Messina, ipotesi Zafferana Etnea e Mascalucia per il ritiro. Cozza riprende quota

CozzaIl tecnico Ciccio Cozza è reduce dall'esperienza sulla panchina del Taranto

L’ACR Messina inizia a programmare la seconda stagione consecutiva in serie D. Priorità al ritiro estivo, la cui organizzazione è stata affidata al nuovo segretario generale Massimo Bandiera, che vanta vasta militanza tra Viareggio, Reggio Calabria, Cosenza e Siracusa. Confermata l’intenzione di effettuare la preparazione estiva in Sicilia, nelle ultime ore ha perso consistenza la location di Palazzolo. I dirigenti peloritani vorrebbero evitare infatti un fondo in sintetico, anche per scongiurare possibili infortuni. La struttura sarà peraltro oggetto di alcuni interventi di manutenzione a fine luglio e dall’1 agosto sarà utilizzata dalla società locale, che gestisce il campo.

Massimo Bandiera

L’ex direttore generale del Siracusa Massimo Bandiera

“Stiamo valutando di posticipare l’inizio del ritiro per assicurarci una struttura ottimale – spiega Bandiera –. In tal caso effettueremmo i test e le visite mediche in sede, per poi spostarci nelle due settimane successive”. Contattati numerosi comuni. Spiccano in particolare le candidature di Mascalucia, dotata di un ottimo campo ma sprovvista di una struttura alberghiera nelle immediate vicinanze, o Zafferana Etnea, dove però sarà impegnata dal 16 luglio fino al 4 agosto la Leonzio, per il secondo anno consecutivo ai nastri di partenza della C. Si pensa infine anche ad un Comune del messinese. Le due settimane di ritiro precederebbero poi l’esordio ufficiale in Coppa Italia, già fissato per il 19 agosto.

Zafferana Etnea

La struttura di Zafferana Etnea ospiterà il ritiro della Leonzio

Sul fronte allenatore, in società ripetono che restano calde tre piste, quelle che portano all’ex tecnico del Cosenza Giorgio Roselli, che in carriera ha vinto campionati di C con Varese e Cremonese oltre a una Coppa Italia di Lega Pro con i silani, all’ex calciatore della Reggina Francesco Cozza, che ha trionfato in Seconda Divisione con il Catanzaro e in D con la Sicula Leonzio, ed a Peppe Raffaele, reduce dal trionfo negli ultimi playoff con l’Igea Virtus. Roselli ha però smentito contatti recenti, mentre l’ultimo incontro del presidente Pietro Sciotto con Raffaele risale a venerdì 6 luglio.

Giovanni Ricciardo

Giovanni Ricciardo ha firmato una splendida rete contro l’Andria

Ecco, quindi, riprendere quota la candidatura di Cozza, la meno gradita alla tifoseria organizzata, che ha già preannunciato proteste a oltranza se la scelta ricadrà davvero su un vecchio rivale, al quale non sarebbero state perdonate alcune esultanze con le maglie di Reggina appunto e Siena.

Radio-mercato affianca già i giallorossi al difensore reggino Pasquale Porcaro, l’anno scorso in ritiro con l’ACR prima dell’accordo con il Rende, con cui ha collezionato 21 presenze e una rete in C, e al suo ex compagno di squadra, l’attaccante messinese Giovanni Ricciardo, in passato grande protagonista a Milazzo, Fondi e Melfi tra i professionisti.

Pasquale Porcaro

Pasquale Porcaro in ritiro con il Messina l’estate scorsa, prima della firma con il Rende

La punta era con Cozza alla Leonzio due stagioni fa, al pari di altri nomi “caldi”, quelli del difensore napoletano Paolo Lomasto, alternatosi l’anno scorso tra Palazzolo e Nocerina, e dell’attaccante nisseno Luciano Rabbeni, che ha firmato sei reti tra Latina e Lecco. I tre potrebbero ritrovare quindi il loro vecchio allenatore in riva allo Stretto. Ma fino a quando non verrà ufficializzata la scelta del tecnico, appare probabilmente prematuro delineare con nettezza anche gli scenari di mercato. Considerando che Sciotto aveva smentito l’accordo con Cozza, non possono essere escluse a priori sorprese delle ultime ore.

Commenta su Facebook

commenti