Messina, in arrivo l’esterno Burgio dall’Atalanta. Era a Piacenza con Angileri

Per Riccardo Burgio 70 presenze nel vivaio dell'Inter

Il corteggiamento è durato dieci giorni. Nonostante l’avvicendamento tra Christian Argurio e Marcello Pitino, l’esterno sinistro Riccardo Burgio, classe 2001 di proprietà dell’Atalanta, sbarcherà con ogni probabilità a Messina. Il suo arrivo potrebbe concretizzarsi già alla vigilia del match con il Picerno e domenica dovrebbe essere subito a disposizione di mister Raciti, che peraltro recupera Damian, Distefano e Fantoni rispetto alla deludente trasferta di Francavilla Fontana. Catania sembra destinato invece a un nuovo stop.

Riccardo Burgio

Riccardo Burgio con la maglia dell’Avellino

Burgio, dopo avere disputato la prima metà di stagione con il Piacenza, ritrova in riva allo Stretto due volti conosciuti: Angileri, suo compagno fino a qualche settimana fa, e Adorante, con cui ha condiviso un’ampia trafila nel vivaio dell’Inter. Ben 70 le apparizioni in nerazzurro, prima di tre campionati in C. Con l’Avellino 11 presenze e il gol al Renate, che divenne poi la sua squadra, in cui collezionò altre 12 apparizioni. Infine dieci gettoni a Piacenza, con tre partenze da titolare in Coppa Italia.

Soprannominato “Hulk”, è nato a Magenta, in provincia di Milano. Cresciuto nel ruolo di terzino, una volta sbarcato in “Primavera” venne trasformato in mezzala. Mancino di fisico e corsa, ha sempre mostrato una certa rapidità. I nerazzurri lo cedettero all’Atalanta per un milione e mezzo di euro (e una plusvalenza di 1,4 finita al centro di una recente indagine). Completata la batteria under, il Messina cercherà di assicurarsi tre o quattro over, in grado di garantire maggiore personalità, carattere e cattiveria a un gruppo apparso troppo giovane e acerbo.

Federico Piovaccari

Federico Piovaccari ha firmato quattro reti con la Paganese

In tal senso trova conferma l’indiscrezione filtrata nelle scorse ore, ovvero di un interesse per l’esperto attaccante Federico Piovaccari, 37enne che proprio contro i giallorossi ha firmato la prima delle sue quattro marcature stagionali. La Paganese dell’ex direttore sportivo Cocchino D’Eboli potrebbero liberarlo entro fine mese ma c’è la concorrenza di due club, dei gironi A e C, in lotta per un piazzamento playoff. Per il calciatore originario di Gallarate una carriera infinita, due titoli di capocannoniere tra B e C con Cittadella e Ravenna, un campionato e una Supercoppa in Romania con la Steaua Bucarest. Doppie cifre a inizio carriera con il Vittoria e il San Marino in C e poi in Spagna con il Cordoba nel 2018/19.

Oltre a una punta tra gli obiettivi ci sono un portiere, un difensore centrale e un centrocampista. Tante situazioni potrebbero sbloccarsi nelle ultime ore, quando profili fin qui inavvicinabili dovranno forzatamente abbassare le pretese economiche e assicurarsi un contratto. Per il Messina saranno giorni caldissimi e le novità ancora più numerose se si concretizzeranno altri addii dopo quelli di Sarzi Puttini e Vukusic.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza