Il Messina segue l’altro piacentino Burgio. Era compagno di Adorante nell’Inter

Riccardo BurgioAnche Riccardo Burgio, scuola Inter, è a disposizione per il Picerno

Dopo Antony Angileri un altro piacentino potrebbe accasarsi al Messina. Non c’è infatti soltanto il nome del granata Christian Celesia, 2002 in forza all’Alessandria, sul taccuino degli uomini mercato giallorossi. Che nelle ultime ore stanno seguendo con insistenza il profilo di Riccardo Burgio, 2001 esterno sinistro, in grado di giostrare più a centrocampo, anche da centrale, che in difesa.

Riccardo Burgio

Riccardo Burgio con la maglia dell’Avellino

Di proprietà dell’Atalanta, dopo aver disputato la prima metà di stagione con il Piacenza, potrebbe ritrovare in riva allo Stretto due volti conosciuti. Se Angileri è stato suo compagno fino a qualche settimana fa, Burgio ha infatti svolto un’ampia trafila nel vivaio dell’Inter, insieme al bomber Andrea Adorante. Per lui ben 70 apparizioni in nerazzurro e poi tre esperienze in C. Undici presenze e un gol con l’Avellino. Andò a segno contro il Renate, che divenne poi la sua squadra, in cui collezionò altre 12 apparizioni. Infine dieci gettoni appunto a Piacenza, con tre partenze da titolare in Coppa Italia.

Burgio, detto “Hulk”, è nato a Magenta, in provincia di Milano. Cresciuto nel ruolo di terzino, una volta sbarcato in “Primavera”, venne trasformato in mezzala. Mancino di fisico e corsa, ha sempre mostrato una certa rapidità. I nerazzurri lo cedettero all’Atalanta per un milione e mezzo di euro (e una plusvalenza di 1,4, finita al centro di una recente indagine).

Riccardo Burgio

Riccardo Burgio è passato dall’Inter all’Atalanta

Dal mercato arriverà anche un over d’attacco, che sarebbe già stato individuato, mentre sembrano finalmente in via di definizione l’annunciata partenza di Sarzi Puttini (in pole c’è sempre il Latina) e la risoluzione di Vukusic, che nelle ultime due settimane non si è visto a Messina. Il Covid ha rallentato il mercato e neppure la tregua tra il consulente Pietro Lo Monaco e il patron Pietro Sciotto ha fatto impennare il mercato. D’altronde le nuove ipotesi di cessione del club alimentano più speculazioni che certezze. Domenica almeno torna il calcio giocato, con la trasferta a Francavilla.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma