Messina, Ferrante: “La classifica non ci aiuta, ma ora dobbiamo dare tutto”

Il difensore Fabrizio Ferrante è stato prelevato dall'Altamura (foto Nino La Macchia)

Il Messina è adesso chiamato ad isolarsi dalle vicende societarie per andare a caccia della salvezza. Nel mirino c’è la sfida con la vice-capolista Turris. Biagioni può almeno sorridere per il rientro in gruppo di Arcidiacono che nei giorni scorsi aveva seguito un lavoro personalizzato. Dopo la sconfitta interna con la Cittanovese è arrivato il ko di Acireale, a lasciare i giallorossi al terzultimo posto della classifica. L’1-0 del “Tupparello” non è stato ancora digerito, come dimostrano le parole di Fabrizio Ferrante“Ancora brucia la sconfitta di Acireale, non meritavamo la sconfitta per quello che abbiamo espresso in campo” ha detto al sito ufficiale del club il difensore prelevato a dicembre dall’Altamura.

Fabrizio Ferrante

Fabrizio Ferrante con la nuova maglia del Messina

“Da un mese e mezzo a questa parte – ha aggiunto il giocatore dell’ACR sul momento della squadra – si è formato un gruppo forte, purtroppo non stanno arrivando i risultati anche perché la fortuna ci sta voltando le spalle. Stiamo cercando da estraniarci da qualsiasi discorso esterno e di pensare soltanto ad allenarci. Solo i risultati possono aiutare a darci più tranquilli, fare avvicinare nuovamente la città ed avere i tifosi al nostro fianco che sono sempre una spinta in più”.

Domenica arriva al “Franco Scoglio” la Turris, seconda forza del campionato e reduce dal successo contro la capolista Bari. Uno degli avversari peggiori possibili. “C’è poco da presentare. Ha elementi di spessore, che hanno fatto questa categoria giocando sempre ad alti livelli. È stata costruita proprio per dare fastidio al Bari e si è visto domenica scorsa. Ma il nostro organico è di tutto rispetto, lo ha detto anche l’allenatore dell’Acireale. La classifica non ci aiuta, non è facile inseguire, essere costretti a fare punti, non abbiamo la tranquillità per esprimerci al massimo. Ma nelle dodici partite che rimangono dobbiamo dare tutto senza guardare a chi abbiamo davanti”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti