Messina fermato dall’Ischia sullo 0-0. Due “rossi” nel finale

La formazione titolare del MessinaLa formazione titolare del Messina (foto Paolo Furrer)

Nel recupero della seconda giornata in campo al “San Filippo” Messina e Ischia, appaiate in classifica a quota 6. Tra i giallorossi out l’infortunato Padulano, reduce dal brutto scontro con il portiere Marruocco. Di Napoli ritrova Berardi che riprende il suo posto tra i pali dopo la squalifica e inserisce anche Barraco nell’undici titolare. Nuova panchina per Tavares, a segno nel match di Pagani. Tra le file dei campani, allenati da Bitetto, ben tre gli ex di turno: Iuliano, all’esordio stagionale, Izzillo e il neo acquisto Orlando. Fall e Kanoute spiccano nella lunga lista degli indisponibili. Prima del via, come ormai consuetudine, ha preso la parola al microfono il presidente Stracuzzi: “Che Dio ci benedica e forza Messina!”. In tribuna presenti anche due volti noti, come Giorgio Corona e Antonio Cucinotta.

Andrea De Vito ha agito come consuetudine sulla corsia esterna

Andrea De Vito ha agito come consuetudine sulla corsia esterna

La cronaca – Messina subito pericoloso al 4’ con il cross di Barraco per Gustavo che di testa prova a sorprendere Iuliano. La prima offensiva dell’Ischia al 13’, ma sul traversone dalla destra di Calamai, Berardi non ha difficoltà a bloccare il pallone in uscita alta. Il Messina prova a fare la partita, mentre i campani agiscono in ripartenza, ma il match fatica a decollare. Gustavo, al cross dalla destra, chiama alla parata Iuliano. I padroni di casa non trovano spazi e così al 32’ Martinelli tenta la botta dalla lunghissima distanza, con la sfera che si perde a lato. Giorgione rimedia quindi il primo giallo della partita per un intervento scomposto ai danni di Armeno. Al 37’ cross dalla destra di Palumbo per Cocuzza che di testa, da centro area, non riesce però ad angolare il pallone, bloccato da Iuliano. Tre minuti dopo Izzillo scarica per Mancino che si libera al tiro dal limite: pallone tra le braccia di Berardi. Dopo un minuto di recupero il primo tempo si chiude sullo 0-0.

La progressione di capitan Cocuzza

La progressione di capitan Cocuzza

Alla ripresa Tavares rileva Cocuzza, per la prima sostituzione della partita. La fascia di capitano va a Giorgione. Al 4’ Gustavo imbecca Tavares a centro area, l’ex Ancona si ritrova a tu per tu col portiere, fermato però per offside su segnalazione dell’assistente. Salvemini per Bramati è il secondo cambio operato da Di Napoli. E’ il 20’ quando proprio il neo entrato Salvemini mette in mezzo dalla destra, Barraco in acrobazia non riesce però a trovare la deviazione vincente, con il pallone che si impenna in area e l’Ischia che si salva anche sul successivo tentativo di Gustavo in rovesciata. Al 32’ finisce la gara dell’ex Orlando, in preda ai crampi. Dentro il difensore Patti, segno che Bitetto arretra il baricentro i suoi. Fase di gioco assai spezzettata, con continue perdite di tempo. Minuto 35: punizione calciata in mezzo da Barraco, con la difesa campana che respinge la conclusione ravvicinata di Palumbo. Baccolo al posto di Fornito il terzo cambio di Di Napoli.

Bramati, Burzigotti e Martinelli rientrano negli spogliatoi all‘intervallo

Bramati, Burzigotti e Martinelli rientrano negli spogliatoi all‘intervallo

Al 42′ punizione calciata da Martinelli: a lato la botta dell’ex empolese. Messina ad un passo dal vantaggio al 44′: lancio lungo di Martinelli che pesca in area Barraco, Iuliano in tuffo sventa la minaccia respingendo il pallone sul tiro in mezza girata del numero 10. Cinque i minuti di recupero. Gustavo dal limite prende la mira e spedisce alto sopra la traversa, con il portiere gialloblù che sarebbe stato fuori causa. Il Messina attacca a testa bassa e guadagna tre angoli in rapida successione. L’Ischia resta anche in dieci per il rosso estratto nei confronti di Mancino, reo di aver protestato in maniera fin troppo veemente con l’arbitro. Sulla punizione seguente Prontera vede un colpo proibito di Martinelli e caccia dal campo anche il difensore giallorosso. Finisce così e nonostante il generoso assedio conclusivo il Messina viene bloccato sullo 0-0 dall’Ischia, allungando comunque la sua striscia di imbattibilità.

Fornito contende un possesso ad un avversario

Fornito contende un possesso ad un avversario

Il tabellino. Messina-Ischia 0-0
Messina: Berardi, Palumbo, De Vito, Bramati (14’ st Salvemini), Martinelli, Burzigotti, Fornito (37’ st Baccolo), Giorgione, Cocuzza (1’ st Tavares), Barraco, Gustavo. A disp. Addario, Frabotta, Barilaro, Russo, Fusca, Zanini. All. Di Napoli
Ischia: Iuliano, Florio, Bruno, Filosa, Moracci, Meduri (42′ st Palma), Armeno, Izzillo, Orlando (32’ st Patti), Mancino, Calamai (48′ st Guarino). A disp. Mirarco, Savi, Romano, Bargiggia, Manna. All. Bitetto
Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna. Assistenti: Rosario Zinzi di Busto Arsizio e Gianluca Evoli di Bologna
Marcatori:
Espulsi: al 50′ st Mancino (I) e al 52′ st Martinelli (M). Ammoniti: 36’ pt Giorgione (M), 8’ st Iuliano (I), 23’ st Martinelli (M), 30’ st Barraco (M), 35’ st Bruno (I), 37’ st Meduri (I)
Note: recupero pt 1’, recupero st 5′. Angoli: 7-2 per il Messina. Spettatori: 2.670 di cui 1.570 abbonati (per una quota partita di 7.802 €) e 1.100 paganti per un incasso complessivo di 12.497 €.

Commenta su Facebook

commenti