Messina, è pareggite: 1-1 con l’Ischia, Corona risponde a Infantino

ACR MessinaL'esultanza del Messina

Al San Filippo matura il quinto pari di fila per i giallorossi in un anticipo di playout. Campani in vantaggio al 21′ del primo tempo con l’attaccante ex Torres, bravo a scavalcare in pallonetto Berardi. Nella ripresa, dopo due legni colpiti, la squadra di Di Costanzo segna al 25′ con Re Giorgio.

Il prepartita – Penultimo appuntamento casalingo della regular season per il Messina. Di Costanzo ripropone lo stesso assetto difensivo della precedente gara di Catanzaro. Davanti a Berardi il quartetto composto da Altobello, Stefani, Pepe e Benvenga. A centrocampo Mancini, Damonte, Nigro e Izzillo. In attacco, accantonato il 4-5-1, si torna al tandem Corona-Orlando. Re Giorgio è l’unica novità di formazione rispetto al match del “Ceravolo”. Panchina per Cane e Ciciretti. De Paula si accomoda nuovamente in tribuna. Tra i campani allenati da Maurizi, schierati con un 4-3-1-2, dal 1’ c’è l’ex giallorosso Impagliazzo. Millesi chiamato a suggerire per le punte Infantino e Ciotola. Tra gli elementi a disposizione Schetter, a Messina nella stagione 2007-08 proprio sotto la guida di Di Costanzo. Out l’infortunato Bruno, fuori dai diciotto anche Bacio Terracino, nonostante fosse tra i convocati dopo il lungo stop.

Orlando marcato da un avversario

Orlando marcato da un avversario (foto Furrer)

La cronaca – Il primo sussulto è del Messina. Al 3’ Orlando protegge bene la sfera e conclude da circa venti metri trovando l’opposizione in tuffo del portiere Giordano. Replica gialloblù al 5’: Millesi è bravo nel palleggio a eludere l’intervento di Pepe e poi sferra un tiro sul quale Berardi sventa la minaccia bloccando in presa bassa sulla sua destra. I ritmi, però, si abbassano. Orlando, al cross dalla destra, impegna in uscita Giordano. Circa una ventina i tifosi dell’Ischia, sistemati in tribuna, proprio in corrispondenza della panchina ospite. Alcuni di loro battibeccano con il tecnico Maurizi. Al 21’ l’Ischia passa a sorpresa in vantaggio: lancio in profondità di Massimo, Infantino scatta sul filo del fuorigioco e scavalca con un pallonetto Berardi. Inutili le proteste dei giocatori del Messina, che lamentavano la posizione irregolare dell’attaccante, giunto alla sua ottava marcatura del torneo con la maglia gialloblù, dopo essere stato a lungo corteggiato dal club peloritano. La reazione della squadra di Di Costanzo tarda ad arrivare. Bisogna attendere il 40’ per il primo tentativo degno di nota da parte del Messina dopo aver incassato lo svantaggio. Sull’apertura dalla destra di Corona il pallone giunge sui piedi di Mancini che si gira dal limite e va al tiro che termina largo alla sinistra di Giordano. Al 45’ Infantino affonda sulla destra e mette in mezzo, Ciotola manca l’appuntamento con il pallone. Si va all’intervallo sullo 0-1 per l’Ischia con i giocatori del Messina che escono tra i fischi del pubblico.

Izzillo in pressing

Izzillo in pressing (foto Furrer)

Nella ripresa ci prova subito Orlando dalla distanza, ma la sua conclusione sfiora il palo, con Giordano proteso in tuffo ormai battuto. Ancor più clamorosa la chance dell’8’: lancio lungo di Pepe, Corona scatta sul filo del fuorigioco superando l’avversario diretto e lascia partire un gran tiro ad incrociare, soltanto il palo interno gli nega la gioia del gol. Sfortunatissimo Re Giorgio. Ciciretti per Izzillo al 14’ è la prima sostituzione del Messina. Su una palla persa dall’ex della Pistoiese Armeno riparte pericolosamente in contropiede, spedendo alto dopo essersi inserito in area. Al 18’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Stefani spara abbondantemente sopra la traversa. Tre minuti più tardi, sull’ennesimo corner, Damonte svetta di testa e centra in pieno la traversa. Altra clamorosa chance per il Messina. Lo strameritato pareggio arriva al 25’: lancio di Damonte, deviazione di testa di Sirignano, Corona arpiona il pallone e lo scaraventa alle spalle di Giordano. 1-1 e per il capitano giallorosso è il ritorno al gol che mancava dalla sfida casalinga del 7 febbraio con la Paganese. Maurizi getta nella mischia l’ex Schetter per Chiavazzo. Al 38’ cross di Benvenga dalla sinistra per Orlando che di testa manda alto. Finisce praticamente qui, nonostante i 5’ di recupero Messina e Ischia non si fanno male. Con la decima marcatura stagionale di Corona e al quinto pareggio di fila, la testa è già ai playout.

Una fase del match tra Messina e Ischia

Una fase del match tra Messina e Ischia (foto Furrer)

Il tabellino. Messina-Ischia 1-1
Messina: Berardi, Altobello, Benvenga (48’ st Cane), Stefani, Pepe, Nigro (42’ st Donnarumma), Mancini, Damonte, Corona, Izzillo (14’ st Ciciretti), Orlando. A disp. Iuliano, Silvestri, Spiridonovic, Bortoli. All. Di Costanzo
Ischia: Giordano, Finizio, Armeno (40′ st Bassini), Impagliazzo, Sirignano, Chiavazzo (30’ st Schetter), Bulevardi (42’ st Gerevini), Massimo, Infantino, Millesi, Ciotola. A disp. Mennella, Caso, Alvino, Verachi. All. Maurizi
Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini. Assistenti: Davide Argentieri di Viterbo e Stefano Squarcia di Roma1.
Marcatori: 21’ pt Infantino, 25’ st Corona
Ammoniti: 29’ st Corona
Note: spettatori circa 2.000. Angoli: 10-2 per il Messina.

Commenta su Facebook

commenti