Di Costanzo: “Nel primo tempo rivisti i fantasmi, poi abbiamo meritato il pari”

ACR MessinaI capitani di Messina e Ischia

La vittoria continua a non arrivare per un Messina che procede a piccolissimi passi in vista dei playout. Dopo l’1-1 con l’Ischia, quinto pareggio consecutivo, il tecnico giallorosso, Nello Di Costanzo, ha commentato così la prova dei suoi: “La squadra è scesa in campo col piglio giusto, giocando bene specie sotto il profilo della gestione della palla. Poi è arrivato quel gol da parte di Infantino, che non so se fosse o meno in fuorigioco, ed abbiamo ricevuto uno schiaffone, rivivendo i fantasmi del passato. Nel secondo tempo la squadra si è sciolta e ha meritato il gol del pareggio. Dopo l’1-1, però, è sorta evidentemente una preoccupazione a livello inconscuio che non ci ha fatto gettare il cuore oltre l’ostacolo per cercare di vincere. Forse c’era quasi c’era la paura di subire ancora”.

Ciciretti in azione (foto Furrer)

Ciciretti in azione (foto Furrer)

Complessivamente – ha proseguito Di Costanzo – i ragazzi hanno dimostrato ulteriori passi avanti. Non dimentichiamo che fino a poche settimane fa non si riuscivano a realizzare tre passaggi di fila. Le occasioni le abbiamo create e si è cercato di subire meno possibile, un obiettivo che avevamo raggiunto già nelle scorse gare. Anche oggi al di là del gol di Infantino abbiamo rischiato poco, ma ovviamente sappiamo di dove crescere. Vedo un passo in avanti, solo uno, non tre. Due domeniche fa diversi giocatori avevano i crampi, ora non succede. Il fatto di potersi allenare al San Filippo ci permette di provare in uno spazio congruo. Nigro ? Prima di Catanzaro aveva già un dolore alla caviglia ed oggi quando ha accusato il fastidio mi ha chiesto di essere cambiato. Anche Mancini ha avuto dei problemi e pur essendo un giocatori di grandi qualità per questo ha reso un pò in meno. La squadra, comunque, non si arrende”.

Commenta su Facebook

commenti