Messina, dal mercato puntelli per la salvezza. Senza fretta tra Covid e rinvio

Filippo DamianFondamentale il pieno recupero di Filippo Damian (foto Paolo Furrer)

Dalla paventata rivoluzione a un semplice maquillage. La permanenza di Pietro Lo Monaco, che ufficialmente resta comunque soltanto un consulente esterno del club, sembra avere ripercussioni evidenti sul mercato del Messina, che peraltro non subirà particolari accelerazioni in considerazione del rinvio del torneo, che dovrebbe riprendere soltanto a metà gennaio.

Lewandowski

Il portiere Lewandowski vanta già un centinaio di presenze in Lega Pro (foto Nino La Macchia)

Tra i pali si va verso la conferma di Lewandowski, nonostante le avances del Campobasso. Anche perché il direttore sportivo Christian Argurio e il tecnico Ezio Raciti vorrebbero mantenere la doppia alternativa rappresentata dall’under Fusco, in evidenza nelle sue due uniche uscite stagionali, e da un over, esperto ma comunque giovane, voglioso di riscatto e di giocarsi il posto. L’impressione è che soltanto una chiara volontà dell’ex Teramo potrebbe cambiare gli scenari.

In difesa è atteso un altro under sulla corsia esterna, per fronteggiare l’annunciata partenza di Daniele Sarzi Puttini, che rientrerà all’Ascoli per fine prestito. A centrocampo sembra inamovibile Filippo Damian, l’elemento più talentuoso del gruppo, che fin qui è riuscito a illuminare la manovra giallorossa soltanto a tratti.

Adorante

Adorante ha già firmato sette reti in stagione (foto Nino La Macchia)

In attacco invece l’innesto sarà quello di un profilo esperto, in grado di compensare l’addio anticipato del croato Ante Vukusic e di garantire maggiore peso a un reparto interamente composto da giovani, anche se Adorante con le sue sette reti è ormai una certezza e anche Russo può vantare già 80 presenze tra i professionisti mentre Baldé ha tagliato la soglia delle 65. Dovrebbe restare in riva allo Stretto anche Busatto, il match-winner dell’ultima uscita del 2021, nonostante il suo cartellino, al pari di Fantoni, sia di proprietà del Vicenza.

Radio-mercato affianca con insistenza ai peloritani l’esperto Antonio Porcino, 26enne reggino in uscita dal Catanzaro, con oltre 200 apparizioni tra B e C, ma in realtà sembra un’ipotesi poco percorribile sia per mere questioni di budget ma anche tattiche, dal momento che sulla corsia sinistra si scommetterà appunto su un prospetto come il portoghese Thiago Gonçalves e non su un over.

Morelli

Morelli potrebbe essere collocato fuori lista se non recupererà (foto Paolo Furrer)

Il posticipo del campionato e i numerosi contagi bloccano ulteriormente un mercato che già non è florido come qualche anno addietro, considerata la crisi di incassi e di liquidità, comune a tante piazze. Gli affari latitano e non si può escludere perfino un prolungamento della finestra invernale, se il ritorno in campo, al momento fissato per il 16 gennaio, dovesse slittare ulteriormente, come non ha già escluso il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli.

Anche per questo il Messina potrebbe definire soltanto negli ultimi giorni di gennaio la posizione dei lungodegenti Matese e Morelli, che rischiano di avere concluso anzitempo la loro stagione per questioni fisiche. Entrambi vincolati da un contratto biennale, in caso di necessità potrebbero essere collocati fuori dalla lista “bloccata” dei tesserati schierabili in campionato, per lasciare spazio ad altri eventuali volti nuovi. Pochi innesti mirati che dovranno essere sufficienti per centrare il traguardo della salvezza.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma