Media spettatori, il Messina sesto tra i club di Seconda Divisione

La curva sud del San Filippo
La curva sud del San Filippo

La curva sud del San Filippo

Sesto posto per media spettatori in Seconda Divisione, ventunesimo tenendo conto di tutti e 69 i club di Lega Pro 2013-14. Sono i dati relativi al pubblico che ha assistito alle gare casalinghe del Messina (media ad incontro di 1.622 spettatori, con Corona e compagni scesi in campo tra le mura amiche in nove occasioni), raccolti da StadiaPostcards.com che dal 2001, settimanalmente, offre un completo riepilogo sulle presenze negli stadi italiani nei campionati professionistici.

Per quanto concerne i giallorossi è dovuto al match con il Cosenza il maggior afflusso sugli spalti (2.500), mentre il picco negativo si è registrato con Vigor Lamezia e Teramo (1.000), nelle ultime prove del 2013. Nel girone B sopravanzano la squadra di Lo Monaco tre società: Casertana (2.729), Cosenza (2.708) e Foggia (2.555), segnatamente la seconda e le terze della graduatoria. I 5.000 spettatori di Casertana-Cosenza, nella fattispecie, rappresentano fin qui il top del raggruppamento. Estendendo l’analisi al girone A soltanto Spal (2.799) e Mantova (2.023) hanno fatto meglio dei giallorossi. Con 3.630 presenze Spal-Monza costituisce, inoltre, la gara più vista. Salendo di categoria e spostandoci in Prima nel girone A sono Vicenza (4.845), Cremonese (3.369), Reggiana (2.619) e di poco la Pro Vercelli (1.670) i club che superano il Messina. Ben più seguito, invece, il girone B, in ambito centro-meridionale, dove spicca la Salernitana con 8.527 spettatori di media. E’ il dato più rilevante dell’intera Lega Pro, anche in considerazione del tutt’altro che brillante campionato disputato dai granata. Alle loro spalle, dunque, l’attuale capolista Perugia con 6.303, il Pisa con 4.554, il Benevento con 4.255, il Catanzaro con 3.933, il Lecce con 3.928, il Frosinone con 2.601, L’Aquila con 2.234, l’Ascoli con 1.969, il Gubbio con 1.767 ed infine il Barletta con 1.703.

La scheda di

La scheda di StadiaPostcards.com

Nonostante la proprietà dell’ACR Messina abbia a più riprese auspicato una ulteriore crescita delle presenze allo stadio, anche sulla falsariga dei picchi relativi alle sfide con Nissa e Cosenza che hanno chiuso lo scorso torneo di serie D, i dati relativi alla partecipazione al San Filippo risultato dunque lusinghieri, soprattutto se confrontati alle medie rilevate in tanti altri impianti della categoria ed alla luce della crisi nella quale versa il calcio italiano.

 

Commenta su Facebook

commenti