“Marullo” verso l’affidamento pluriennale al Camaro. Da giugno i lavori per il sintetico

MarulloUna panoramica del "Marullo" di Bisconte

Si procede spediti verso l’affidamento pluriennale della gestione del “Marullo” di Bisconte al Camaro, che ha risposto presente al bando voluto dal Comune per apportare delle migliorie all’impianto, fino ad oggi affidato con accordi annuali ad un consorzio di società, capitanato proprio dal club nero-verde.

Antonio D'Arrigo

Il presidente del Camaro Antonio D’Arrigo ai nostri microfoni

“Per giustificare una concessione di quindici anni, che facilita la gestione da parte della società, devono essere garantiti dei risparmi di gestione anche al Comune, che vuole assicurarsi un miglioramento patrimoniale dell’impianto”, spiega l’assessore allo sport Sebastiano Pino.

Venerdì 15 settembre è arrivato sul tavolo dell’assessorato lo schema di convenzione definitivo, martedì 19 la proposta di delibera abbozzata dal responsabile del Dipartimento Sport Salvatore De Francesco.

Marullo

Il “Marullo” di Bisconte nel rendering del progetto del Camaro

Gli incartamenti, transitati dal Dipartimento servizi finanziari per l’approvazione e il parere favorevole sul piano contabile, verranno sottoposti – forse già giovedì – all’attenzione del sindaco Renato Accorinti e dei suoi assessori. Soddisfatto ed impaziente il presidente del Camaro Antonio D’Arrigo: “Potremmo definire il tutto a breve, in occasione della prossima seduta di Giunta. Non dovrebbero più esserci problemi per la firma del contratto”.

Una linea sposata da Pino: “Speriamo di procedere spediti, perché il club ci ha rappresentato l’esigenza di avviare in tempi rapidi le pratiche relative al mutuo con il Credito Sportivo. Prima dell’inizio del prossimo campionato, prevedono infatti di completare i lavori per la conversione del manto di gioco dalla terra battuta al sintetico”. Interventi che verrebbero realizzati tra il giugno e il luglio del 2018.

Marullo

L’attuale fondo in terra battuta del “Marullo”

“Vorremmo completarli nell’arco di sessanta giorni”, conferma D’Arrigo. “Dobbiamo però adeguare gli spogliatoi e le tribune. Un restyling da circa 130mila euro che d’altronde era oggetto della gara e del capitolato dei lavori, che vanno completati entro un anno dall’affidamento”, aggiunge ancora il massimo dirigente dello storico club cittadino.

Sarà possibile coprire gran parte dell’esborso economico previsto con un contributo esterno: “Prevediamo un investimento complessivo di circa 400.000 €. Il Credito Sportivo erogherà un mutuo a tassi agevolati, che potrebbe coprire fino all’80% di questa somma. Abbiamo avuto un incontro con il dottor D’Antoni, il referente territoriale dell’istituto romano, ottenendo importanti rassicurazioni”. Un impianto simbolo per il pallone cittadino potrebbe quindi cambiare presto volto.

Commenta su Facebook

commenti