Mam Santa Teresa, sta nascendo un gruppo forte. Licciardello: “Saremo tosti”

Santa Teresa Volley le ragazze in piscina

Completata positivamente la prima settimana di lavoro, la neo promossa Mam Santa Teresa muove i primi passi in attesa dell’esordio in terza serie nazionale. Ultimato l’arrivo delle atlete fuori sede si è proceduto lunedì scorso al raduno presso il PalaBucalo. Un breve incontro con i vertici societari e subito a lavoro. Primi giorni naturalmente dedicati soprattutto alla parte fisica con la dura attività di potenziamento diretta dal riconfermato preparatore atletico Pietro Villari e svoltasi  tra la palestra comunale ed il Puma Club di Silvio Satti. Sei giorni di sedute intense con tre bigiornaliere per mettere benzina in corpo che sarà utilissima nei mesi a venire. Tra un esercizio e l’altro le atlete santateresine hanno cominciato a riprendere confidenza col pallone accennando soltanto nell’ultimo giorno a qualche attacco.

Le ragazze della Mam S. Teresa in piscina

Le ragazze della Mam S. Teresa in piscina

La curiosità tra i tifosi e gli addetti è tanta e gli allenamenti sono stati molto seguiti anche se chi si aspettava di vedere i primi affondi sotto rete è rimasto deluso. L’attenzione dell’ambiente è rivolto alle nuove arrivate, ben sette, e alle tre riconfermate Ambra Composto, Silvia Bilardi e Verdiana Saporito. Molto determinate anche le quattro ragazze del settore giovanile aggregate, Asia Tamà, Mariagrazia Triolo, Eleonora Motta e Cristina Orlando. Un roster completo in tutti i reparti che la società ha messo a disposizione del coach Agata Licciardello per non correre pericoli e non subire il trauma del salto di categoria. Il roster può contare su una palleggiatrice proveniente dalla serie A1 come Giulia Agostinetto che con le sue giocate rischia di far venire giù la struttura metallica di Bucalo. Accanto a lei in cabina di regia Carlotta Caruso che già conosce la categoria dai tempi di Agrigento. La batteria delle schiacciatrici è di prim’ordine con la veterana Nellina Mazzulla che fornisce sicurezza e certezze a tutto il gruppo, Fabiola Ferro ormai un riferimento per la B1, l’emergente forza della natura Sara Ruberti già al terzo anno di Sicilia e Verdiana Saporito beniamina del pubblico locale che sin dai primi allenamenti ha dimostrato di volersi giocare tutte le carte a sua disposizione. Completano il reparto le promettenti Asia Tamà ed Eleonora Motta. Dal centro un tris d’assi formato dalla riconfermatissima Ambra  Composto, dalla fresca di promozione in A2 Simona Rotondo e da Silvia Bilardi al secondo anno in riva allo Jonio. Alle loro spalle scalpita una volitiva come non mai Cristina Orlando. Libero Federica Pietrangeli, garanzia assoluta nel suo ruolo, accanto a lei la giovanissima Mariagrazia Triolo giocatrice cresciuta in casa che vuole rubare i segreti alla più quotata collega di origini laziali. Insomma sembrano esserci tutti gli ingredienti per un campionato entusiasmante anche perché sin dai primi giorni si respira aria di grande professionalità e voglia di fare.

Mantarro e Licciardello

Mantarro e Licciardello

Il gruppo tecnico, di cui fanno parte il secondo Claudio Mantarro e Pippo Staiti, non sta lasciando nulla al caso lavorando d’insieme ed in grande sintonia. A bordo campo pronto ad intervenire il fisioterapista Antonio Bucalo. Il tutto sotto gli occhi vigili del Ds Sebastiano Leo e del Team Manager Nino Bucalo nonché di decine di appassionati che contano i giorni dallo start ufficiale. Soddisfatta Agata Licciardello che alla fine del lavoro svolto sabato in piscina si concede ai microfoni: “Sono molto contenta – afferma la Licciardello – di questi primi giorni di lavoro, formare un gruppo nuovo non è facile ma credo  siamo sulla buona strada. Vedo le giocatrici che hanno tanta voglia di fare – prosegue il tecnico etneo – e di dimostrare il proprio valore, anche io sono molto curiosa di vederle all’opera e posso dire che dai primi salti di  venerdì deduco che saremo tosti”.

Commenta su Facebook

commenti