Maiorano: “Si sono palesati tutti i nostri limiti. Tre passi indietro, serve lavorare”

Migliorini e MaioranoMigliorini e Maiorano sconsolati per il deludente avvio di stagione (foto Pernice)

Dopo lo 0-5 con la Vibonese a metterci la faccia per tutta la squadra è stato Stefano Maiorano. E il centrocampista non ha fatto troppi giri di parole per descrivere fedelmente la situazione attuale: “Tutti hanno visto la nostra prestazione, sono oltremodo deluso, si sono visti tutti i nostri attuali limiti. Dopo la sfida col Troina ero fiducioso affinché potessimo compiere un passo in avanti, invece ne abbiamo fatti tre indietro. Chiedo scusa alla piazza perché siamo a Messina e non a Roccella, con tutto il rispetto. Ci vuole personalità che le altre squadre hanno quando ci affrontano. Oggi è mancato tutto, non c’è stato nulla di positivo. Serve molto di più per risalire la corrente, siamo a Messina forse questo ancora non è chiaro”.

Il terzo gol di Bubas (foto Pernice)

Nove giornate senza vittorie e l’ultimo posto in classifica. Un inizio da incubo. Mercoledì il Palazzolo, domenica l’Igea Virtus per un altro doppio impegno da brividi: “Dopo una sconfitta del genere preferiamo non parlare in tanti per evitare altri casini, sarà il mister domani nello spogliatoio a dirci quello che pensa. Non c’è nulla da dire dopo uno 0-5 del genere, si deve solo lavorare. Abbiamo toccato il fondo. Se avessi la ricetta per trovare la soluzione la seguirei subito, bisogna lavorare con serietà e pedalare più degli altri. Fisicamente mi sento meglio di quando sono arrivato, sto lavorando con continuità. Bisogna cambiare atteggiamento come gruppo ed in ogni reparto”.

Sull’addio del direttore sportivo Fabrizio Ferrigno, al quale è molto legato, sottolinea: “Ha avuto problemi con la società, ma questi sono aspetti che non mi riguardano. Io sono un calciatore del Messina e voglio ricoprire questo ruolo, non entro in altre competenze. Sono contento che torneremo in campo già mercoledì per provare a dimenticare questa prestazione orribile”

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti