L’Ossidiana Messina rafforza il binomio con il main sponsor Marbi

Il presidente e tecnico dell'Ossidiana Nicola Germanà con l'ad di Marbi Nicola Giannetto

Sono giornate di programmazione per l’Ossidiana Marbi Messina.  Dopo la bella notizia del ritorno nel campionato di serie B di pallanuoto maschile, ufficializzata dalla Federnuoto con la pubblicazione dei gironi, la società cittadina sta muovendo dei passi indispensabili per prepararsi nel migliore dei modi al torneo cadetto, che prenderà il via il 21 gennaio.

LOGO Marbi“Fino a qualche giorno fa non pensavamo sinceramente al ripescaggio – dichiara il presidente dell’Ossidiana Marbi Nicola Germanàeravamo proiettati a fare la C, poi ci è stata data questa opportunità ed abbiamo deciso di coglierla al volo. Sarà una stagione fondamentale in particolare per i nostri ragazzi, poiché intendiamo formare un gruppo valido sia tecnicamente che moralmente per il presente e, soprattutto, il futuro. La rosa ha, infatti, un’età media molto bassa. Sportivamente cercheremo di giocarci in ogni partita le nostre chances di salvezza e per riuscirci non risparmieremo alcuna energia, a cominciare dagli allenamenti”.

L’Ossidiana riparte, intanto, dalla conferma, per il secondo anno consecutivo, dell’importante connubio con il main sponsor Marbi, realtà enogastronomica cittadina, che riguarderà naturalmente pure le formazioni del vivaio.  “Sono felice e soddisfatto che questo binomio si sia consolidato – commenta Germanà – poiché Marbi è un’azienda giovane, intraprendente e di prospettiva e l’averla tenuta vicina alle nostre sorti lo considero un fattore estremamente positivo.  In più mi inorgoglisce il fatto che il mio amico Nicola Giannetto abbia ribadito la massima fiducia nel progetto portato avanti dall’Ossidiana. Colgo l’occasione, inoltre, per ringraziare tutti gli altri partner, quelli che ci seguono con passione da anni ed i nuovi, poiché sono loro a permetterci di portare avanti l’attività agonistica”.     

Nella foto il presidente e tecnico dell’Ossidiana Marbi Nicola Germanà e l’AD di Marbi Nicola Giannetto          

Commenta su Facebook

commenti