L’OrSa Barcellona mantiene l’imbattibilità interna. Netto ko per la Virtus Trapani

Coach Varotta (Orsa Barcellona)

Vince con il punteggio di 86 a 65 contro la Virtus Trapani, l’Orsa Barcellona al termine di una gara giocata su altissimi ritmi, contro una formazione che schiera una serie di giovani under di sicuro avvenire (fra tutti spicca Genovese). Organico notevolmente rimaneggiato per la Virtus Trapani a seguito delle numerose assenze (Davide Schifano, Simone Asta, Scimemi, Giammarinaro e Figuccio), per cui i gialli di coach Genovese non riescono a limitare le folate offensive in contropiede della squadra barcellonese che già alla fine del primo quarto raggiungeva un vantaggio in doppia cifra (26-16 al 10′).
Nel secondo quarto la Virtus provava a stringere le maglie in difesa, rientrando di fatto in partita grazie ad un efficace gioco di squadra che produceva alcuni buoni canestri, anche se lo scarto di metà gara rimaneva quasi del tutto invariato (+9 per i padroni di casa sul 40-31).
Dopo l’intervallo lungo l’OrSa Barcellona provava ad allungare con un paio di canestri da 3 punti mentre la Virtus risentiva della precaria condizione fisica di alcuni elementi chiave del quintetto, apparsi ancora lontani da una forma ideale. Il vantaggio interno si dilatava fino al +17, sul 62-45.
Nell’ultimo periodo, Barcellona manteneva costantemente il vantaggio in doppia cifra nonostante i generosi tentativi dei giovani trapanesi che ci provavano fino alla fine a ricucire lo svantaggio senza però riuscirci. Finisce con 21 punti di scarto sul punteggio di 86-65.

Gugliotta (Orsa Barcellona)

Gugliotta (Orsa Barcellona)

La formazione di coach Varotta ha entusiasmato i circa 200 tifosi presenti sugli spalti del PalAlberti, grazie al bel gioco messo in mostra durante tutti i quaranta minuti. In particolare l’asse play-pivot Varotta-Gugliotta, autori in tandem di 50 punti ha deliziato il pubblico. Da sottolineare anche la prova del lungo Fabio Pirri, autore di 10 punti e autentico gladiatore sotto canestro. Neanche il tempo di godersi questa vittoria e mercoledì si ritorna in campo a Bagheria, affrontando la quotata Eagles Palermo nel recupero della seconda giornata.
Questo il commento del dirigente Renzo Crisafulli. “I ragazzi hanno dimostrato che nonostante l’assenza per infortunio di Milosz Krajewsky il nostro è un gruppo fantastico voglioso di colmare il gap che attualmente ci divide da almeno cinque ottime formazioni come Balestrate, Zenith, Agatirno, Torrenova ed Eagles per poter accedere al termine della stagione regolare ad uno dei quattro posti che garantiscono l’accesso ai play off”.
Il prossimo impegno vedrà la Virtus impegnata sabato prossimo in casa contro l’Agatirno di Capo d’Orlando, formazione molto temibile che ha nel roster giocatori stranieri che giocano col doppio tesseramento anche in A1 nelle fila dell’Orlandina. Per l’OrSa Barcellona invece il tour de force settimanale si concluderà col derby esterno contro un’Amatori Messina ferma ancora al palo.

APD Or.Sa. P.G. Barcellona – Virtus Trapani 86-65
Parziali: 26-16; 40-31; 62-45
Or.Sa. P.G: Gugliotta 25, Varotta G. 25, Valenti 10, Pirri F. 8, Pirri G. 8, Pettineo 6, Porcino 6, Biondo, Di Paola, Bisignani, Di Lorenzo, Sansotta. All. Varotta
Virtus Trapani: Campo 16, Asta G. 7, Schifano V. 10, Genovese 23, Perrone 8, Licari, Minore, Palermo 3, Xilone. All. Genovese
Arbitri: Mucella De Gaetano e Di Bella
Note: rimbalzi 37 (25+12) Barcellona, 26 (18+8) Virtus Trapani, tiri liberi Barcellona 6/7 (85,7%) Virtus 16/26 (61,5%)

Commenta su Facebook

commenti