L’Orlandina sostituisce Archie con Emir Sulejmanović, talento del Barca

Emir Sulejmanovic in maglia BarcellonaEmir Sulejmanovic in maglia Barcellona
sulejmanovic

Emir Sulejmanovic in maglia Barcellona

Sarà la promettente ala/pivot Emir Sulejmanović del FC Barcellona Basket il sostituto di Dominique Archie per il finale di stagione. Il giovane giocatore bosniaco con passaporto finlandese (classe 1995) ha infatti raggiunto l’accordo con l’Orlandina Basket e con il club di appartenenza, con il quale nella formazione del Barça B in LEB Plata (la terza divisione del campionato iberico) ha messo assieme 15,4 punti e 8,4 rimbalzi in 26 minuti di impiego.

Nato il 13 luglio 1995 a Luka Zepa in Bosnia, Emir Sulejmanovic è un’ala grande/centro di 204 centimetri per 100 kg. È stato acquistato dai blaugrana nel 2013 dopo essersi distinto tra le file della prima squadra dell’Oljmpia Ljubljana con cui ha anche vinto la Coppa in Slovenia e ha esordito in Eurolega contro il Real Madrid. Aggregato alla seconda squadra del Barcelona, ma tenuto in forte considerazione dallo staff tecnico della prima, nella stagione in corso ha giocato 21 partite e vestirà la maglia dell’Upea numero #33 e si aggregherà al gruppo già alla ripresa degli allenamenti nella settimana entrante. Nelle prossime gare l’Orlandina potrà, dunque, avvalersi del giovanissimo talento di proprietà del Barça. Diverranno importanti le attenzioni rivolte a Capo d’Orlando dalla Catalunya dove i più sono sicuri che Sulejmanovic farà presto parte in pianta stabile del roster della prima squadra.

Emir Sulejmanovic

Emir Sulejmanovic nel corso di una seduta di allenamento

“Siamo molto soddisfatti di aver portato in Italia una grande promessa del basket europeo – ha commentato il direttore sportivo dell’Upea Giuseppe Sindoninon aspettiamo altro che vederlo all’opera, pensiamo che possa avere sin da subito un ruolo importante per noi. Emir è un giocatore già di grande livello che contribuirà a tenere alto il livello del nostro roster. È un’operazione di mercato che ci riempie d’orgoglio e che soddisfa entrambi i club. Ho ricevuto questo tipo di feedback già al primo contatto con il Ds blaugrana Joan Creus, che si è mostrato subito felice di dare al ragazzo la possibilità di crescere allenandosi con campioni quali Sandro Nicevic e Gianluca Basile“.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva