L’Orlandina completa il quintetto col talento indiscusso di Vojislav Stojanovic

Vojislav Stojanovic

Dopo una lunga attesa, spesso rituale prima di poter celebrare significativi matrimoni, adesso sembra fatta. Il super talento serbo Vojislav Stojanovic, in odore il prossimo anno di calcare i parquet d’oltre Oceano, e Capo d’Orlando giocheranno assieme il prossimo anno, a darne conferma il giornalista serbo del quotidiano NIP Novosti Djordje Matic su Twitter. Sarebbe dunque arrivato il nulla osta da parte della Fiba – trattandosi di un neo maggiorenne-, per quello che potrebbe essere uno dei colpi più significativi dell’estate in Serie A.
Classe 1997, 199 cm, Stojanovic viene considerato un sicuro prospetto NBA, e non si esclude, come detto, che già quest’anno la sua stagione paladina sia il trampolino di lancio verso il mondo dei Pro d’oltreoceano.

Il twitter che conferma l'approdo di Stojanovic a Capo d'Orlando

Il twitter che conferma l’approdo di Stojanovic a Capo d’Orlando

Cresciuto nella Stella Rossa, è reduce da una stagione con l’FMP Belgrado (6,5 punti in 15,4 minuti), ma soprattutto da un’estate appena trascorsa con le nazionali giovanili serbe. Prima il mondiale under 19 poi l’Europeo under 18, entrambi in Grecia. Proprio nella competizione continentale, Stojanovic è stato uno dei protagonisti assoluti. Il suo contributo è stato determinante per il quinto posto dei serbi sconfitti nei quarti dai vice-campioni turchi. Per lui primo posto negli assist (7,1 a partita), 14,6 punti di media (high di 26 contro la Spagna) con la ciliegina della tripla doppia (15 punti, 12 assist ed 11 rimbalzi) contro la Repubblica Ceca. La prima dall’annata 2004.

vojislav stovanovicStojanovic non è che la ciliegina sulla torta di un progetto giovani invidiabile, con la creazione di un notevole vivaio con cui poter guardare in prospettiva: Zoltan Perl (guardia ungherese classe ’95), Mladen Vujicevic (ala-centro croata, classe ’96), Mario Ihring (play slovacco classe ’98), quindi la guardia-ala georgiana Lavan Babilodze, classe ‘98 ma ad un passo dall’acquisire la formazione italiana. Questi ultimi atleti andranno a rinforzare l’ottima intelaiatura di squadra della Nuova Agatirno, società satellite del club paladino che militerà nel prossimo campionato regionale di serie D.

Commenta su Facebook

commenti