L’Orlandina Lab non si sblocca. L’Olympia Comiso espugna il PalaFantozzi

Panchina Orlandina LabPanchina Orlandina Lab

L’Orlandina Lab butta il cuore oltre l’ostacolo, ma non riesce ad avere la meglio sull’Olympia Comiso, 76-89 il punteggio finale. I ragazzi di coach Brignone mettono intensità e riescono a imporre il proprio ritmo per tutti i 40 minuti, non riuscendo però a rimontare lo svantaggio del primo quarto. I paladini riescono ad arrivare fino al -4 sul 67-71 all’inizio del quarto parziale, ma complici gli errori dati dalla tenera età non riescono ad avere la lucidità giusta nei momenti importanti dando la possibilità ai ragazzi di Comiso di rimanere in vantaggio.

Coach Brignone parte con Spada, Ravì, Triassi, Dore e Klanskis, mentre coach Ceccato schiera Occhipinti, Savarese, Boiardi, Turner e Hayes. La Lab prova subito a imporre il suo ritmo difendendo a tutto campo, provando a infilare gli avversari in contropiede e facendo girare bene la palla, ma Comiso fa valere una migliore percentuale al tiro e una maggiore prestanza fisica portandosi subito avanti nel punteggio. I ragazzi della Lab nei minuti finali del primo parziale provano a rientrare nello score, che alla fine dei primi dieci minuti è 20-31.

L’inizio del secondo parziale è molto equilibrato, i paladini provano a rispondere colpo su colpo agli avversari, riescono a rientrare fino al -8 e costringono la panchina ospite a chiamare time-out. Coach Ceccato striglia i suoi che tornano al comando della gara. Ma i ragazzi di coach Brignone non mollano e rimangono comunque a contatto chiudendo il primo tempo sul 41-51. L’Orlandina comincia il terzo parziale difendendo forte e aggredendo l’area avversaria, così arrivano fino al -4, sul 55-59. Ma i ragusani rimettono la gara sui propri binari, e complice la scarsa percentuale al tiro dei paladini, il terzo periodo si chiude sul punteggio di 65-71, con 5 punti consecutivi di La Valva nei secondi finali. All’inizio dell’ultimo quarto i paladini hanno varie opportunità di riportarsi a contatto, ma complice la giovane età, arrivano molti errori che permettono a Comiso di creare un vantaggio più largo, e riuscire a mantenerlo fino alla sirena finale che dice 76-89 per gli ospiti.

Orlandina LAB – Olympia Comiso 76-89
Parziali: 20-36; 21-15 (41-51); 24-20 (65-71); 11-18 (76-89)
Orlandina LAB: Triassi 21, Carini 12, Dore 12, Ravì 9, Klanskis 8, La Valva 7, Lo Iacono 3, Manera R. 2, Longo 2, Parrinelli, Spada, Manera G.
Olympia Comiso: Haynes 20, Boiardi 19, Occhipinti 14, Savarese 13, Turner 12, Pace 4, Farruggio 3, Romeo 2, Knezevic 2, Vespertino, Giaccone, Di Mauro.

Commenta su Facebook

commenti