L’obiettivo di Pagni: “Due acquisti entro il 6 gennaio”. In quattro verso la rescissione

Un primo piano del direttore sportivo del Messina Danilo Pagni

Le festività natalizie hanno rappresentato l’ultima vera pausa di riflessione per il Messina, pronto a cambiare volto nel prossimo mercato di gennaio. Il patron Pietro Lo Monaco ha assicurato che sarebbero stati effettuati pochi innesti mirati ma l’evoluzione delle trattative e le numerose partenze potrebbero originare invece un vero e proprio stravolgimento della rosa. Hanno già lasciato la compagnia Bjelanovic e Migliore ed i procuratori di De Bode e soprattutto Gaeta hanno chiarito ai nostri microfoni che sonderanno il mercato. La punta in particolare, se non dovesse concretizzarsi uno scambio, troncherebbe comunque il suo rapporto con i giallorossi.

Esposito, Altobello, Paez e Stampa al fianco di Ferrigno nel giorno della presentazione: il venezuelano e l'ex livornese verso l'addio

Esposito, Altobello, Paez e Stampa al fianco di Ferrigno nel giorno della presentazione: il venezuelano e l’ex livornese verso l’addio

A chiarire che vi sono altri calciatori con le valigie in mano è lo stesso direttore sportivo Danilo Pagni, contattato telefonicamente: “Stiamo prima di tutto definendo la rescissione del contratto che ci legava al venezuelano Paez. Per ciò che concerne Stampa stiamo valutando invece la possibilità di rinunciare agli altri sei mesi di prestito che era stato concesso alla società dal Livorno, proprietario del suo cartellino. Potremmo infine concludere anticipatamente anche il rapporto con il rumeno Marin (giunto a titolo temporaneo dalla Juventus, ndc) e Bortoli (che era stato girato in estate dal Milan)”.

In pratica l’ACR rinuncerebbe ad altri quattro elementi impiegati con il contagocce, restringendo sensibilmente una rosa che contava fin qui 23 elementi. A questi “esuberi” potrebbe aggiungersi anche qualche partenza eccellente, impronosticabile soltanto qualche mese fa. Pagni ammette ad esempio che “nei prossimi giorni analizzeremo con lo staff tecnico la posizione di Nigro”.

Nigro in pressing su un avversario. Assistito da Gianni Delle Vedove, procuratore anche di Izzillo e degli ex Maiorano, Ferreira, Bolzan e Chiaria

Anche Elio Nigro potrebbe lasciare Messina. E’ assistito da Gianni Delle Vedove, procuratore anche di Izzillo e degli ex Maiorano, Ferreira, Bolzan e Chiaria

Con un organico destinato quindi ad essere decisamente sfoltito, appaiono inevitabili anche svariati arrivi. Il mercato aprirà ufficialmente il 5 gennaio ed il Messina dovrà effettuare gli eventuali tesseramenti a tempo di record, dal momento che sarà in campo già alle 11 del giorno dopo. L’ex direttore sportivo di Sorrento e Matera è ottimista: “Potremmo presentarci alla sfida con il Savoia, che chiuderà il girone di andata, con due volti nuovi: un esterno sinistro ed una punta. Abbiamo bisogno di alternative su quella corsia e di un sostituto di Bjelanovic in avanti”.

Nel frattempo, come aveva già fatto intendere ai nostri microfoni il procuratore di Sasa, il dirigente originario di Castrovillari ha discusso con Danilo Caravello anche la posizione di altri suoi assistiti, come quella del promettente trequartista Amato Ciciretti, classe 1993, in grado di agire anche da mediano davanti alla difesa. Originario della Magliana, con la “Primavera” della Roma in due stagioni ha collezionato 46 presenze, siglando ben 12 reti.

Il romano Amato Ciciretti in azione con la maglia della Pistoiese

Il romano Amato Ciciretti in azione con la maglia della Pistoiese

Tra i professionisti le positive esperienze nella Carrarese (18 apparizioni in Prima Divisione), ne L’Aquila (21 gettoni ed una rete, sempre in terza serie) ed ora alla Pistoiese (9 le gare disputate). In estate il suo predecessore, Fabrizio Ferrigno, aveva provato ad assicurarsi il talentuoso capitolino ma i toscani avevano già raggiunto un accordo con la Roma ed a poco era servito il canale preferenziale con il suo procuratore: “Quello di Ciciretti è un nome che stiamo seguendo con grande attenzione – ammette Pagni – ma l’operazione è complicata e quindi preferisco non sbilanciarmi”.

Commenta su Facebook

commenti