L’Igea Virtus stoppa la Nocerina al “San Francesco”: Tramonte risponde a Russo

Nocerina-Igea Virtus

L’Igea Virtus si conferma squadra di carattere ed esce a testa alta dallo stadio “San Francesco” conquistando un prezioso 1-1 contro la Nocerina, una delle migliori formazioni del girone I. Risultato che permette così ai giallorossi, privi di Merkaj (squalificato) e di Pitarresi, che si ferma a ridosso del match per un problema fisico, di ottenere il terzo risultato utile consecutivo. Mister Raffaele è costretto, quindi, a ridisegnare in extremis l’undici iniziale con Ingrassia confermato tra i pali, difesa a quattro con Ferrante, Fontana, Dall’Oglio e Santamaria, in mezzo Vaccaro, Gatto e D’Antonio e, in attacco, Santino Biondo e Biondi ai lati di Kacorri, all’esordio in maglia giallorossa.

La prima occasione della gara è di marca campana e, al 7′, sugli sviluppi di un corner, è Russo a incrociare sul palo lontano, ma la sfera esce di poco a lato. Sul ribaltamento di fronte, l’Igea replica con un destro da fuori di D’Antonio, che non inquadra la porta. Al 14′ sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con una ripartenza di Gatto, che allarga per Biondi, quindi il giovane classe 1999 vede Kacorri in area che, con un potente destro, costringe Mennella a rifugiarsi in corner. L’Igea riesce a tenere testa ai padroni di casa che, però, passano al 21′ con Nicola Russo che, dai 25 metri, con un potente destro, batte Ingrassia. La reazione giallorossa arriva tre minuti dopo ancora con Kacorri, anticipato in angolo al momento della conclusione, mentre, al 31′, Russo, di tacco, invita Marsili alla conclusione dal limite, ma Ingrassia blocca con sicurezza.

Igea Virtus

Tifosi Igea Virtus a Nocera (foto Nocerinalive)

La ripresa si apre ancora con la Nocerina che si propone in avanti e, al 55′, un rimpallo favorisce Cavallaro che, da sinistra, mette in mezzo per Russo ma il destro in corsa si spegne sul fondo. È l’unico vero pericolo che corre l’Igea in avvio di seconda frazione, che ha il merito di non abbassarsi e combattere su ogni pallone: mister Raffaele prova anche a inserire forze fresche con Tramonte, Giovanni Biondo e Fioretti, anche lui al debutto con la maglia giallorossa. Dall’Oglio e compagni ci credono e, al 71′, arriva il pari: su una corta respinta della difesa locale, si avventa proprio il neo entrato Tramonte che, con un preciso sinistro, supera Mennella. 1-1 che ripaga gli sforzi dei giallorossi, che non demordono e con ordine e convinzione tengono bene il campo contro un avversario che, nel finale, cerca di alzare il baricentro e spinge soprattutto sulla fascia sinistra. La squadra di mister Raffaele non rinuncia a giocare e l’unico vero pericolo arriva all’86’ proprio con un cross da sinistra di Di Minico per la testa di Dieme, ma Ingrassia vola e devia. Negli ultimi minuti e nei 5 di recupero concessi da Belfiore di Parma, l’Igea Virtus controlla senza particolari difficoltà e conquista, tra gli applausi degli immancabili tifosi barcellonesi, un meritato punto in casa della quotata Nocerina.
Sono così 5 i punti in tre giornate per la formazione giallorossa, che, da martedì, comincerà a preparare la sfida interna di domenica contro il Paceco.

Igea Virtus

Attenta la difesa dell’Igea

Nocerina-Igea Virtus 1-1
Marcatori: 25′ N.Russo (N), 26′ st Tramonte (IV)
Nocerina: Mennella, Matino, Di Minico, Coppola (28’st Dieme), Manzo, Mautone, Ragone (47’st Silvestri), Marsili, Russo, Cavallaro (36’st Liccardi), Alvino (18’st Alvino). A disp.: Gomis, Barcellona, Schettino, Accardo, Vanacore. All.: Morgia.
Igea Virtus: Ingrassia, Fontana, Dall’Oglio, Ferrante, Gatto, Santamaria, D’Antonio (11’st Tramonte), Vaccaro (7’st Biondo G.), Kacorri (47’st Raia), Biondo S. (24’st Fioretti), Biondi. A disp.: D’Amico, Ciancimino, Aveni, Amabile, Cuzzilla. All.: Raffaele
Arbitro: Belfiore di Parma
Assistenti: Di Sante Coaccioli di Foligno e Cravotta di Città di Castello
Ammonito: Santamaria (IV)
Recupero: 1′ e 5′

Commenta su Facebook

commenti