L’ex Rabbeni: “Mancata la fortuna. Alla pari con chi vuole vincere il torneo”

Luciano RabbeniLuciano Rabbeni (foto Benina)

Caruso e la traversa gli hanno negato mercoledì la gioia del gol dell’ex. Luciano Rabbeni, attaccante del Biancavilla, non si dà proprio pace: “Sul mio tiro e quello di Santapaola che si è spento sulla traversa la fortuna non ci aiutato. Abbiamo preso nuovamente un gol su palla inattiva e dobbiamo migliorare questo aspetto”.

Luciano Rabbeni in conferenza stampa

Per gli etnei si è trattato del secondo ko consecutivo: una brusca frenata in classifica. “Le sconfitte ti fanno crescere, come a Sant’Agata abbiamo sofferto le palle inattive. Più sei cinico, più fai risultato e chiudi prima le partite senza trascinartele sino al termine. Bisogna lavorare, è l’unica medicina che conosciamo”. Un occhio anche ai giallorossi, con cui visse una breve esperienza nel 2018/2019: “L’Acr vuole vincere il torneo e ha giocatori importanti che ti possono risolvere la gara in ogni momento, ma noi abbiamo lottato alla pari e solo due legni ci hanno frenato”.

L’auspicio di Rabbeni è che già dal prossimo impegno il Biancavilla possa tornare a vincere: “Quando prendiamo una sberla di solito reagiamo, è una cosa certamente positiva anche se non deve succedere di subire gol. Adesso massima concentrazione perché domenica ci attende un altro avversario importante e che punta in alto come il Licata. Dovremo dare il massimo”. 

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva