L’ex Barcellona Massimo Friso è il nuovo allenatore di Faenza. “Progetto per i giovani”

BarcellonaMassimo Friso presentazione a Faenza

Con grande soddisfazione la Raggisolaris Rekico Faenza ha annunciato il nome del nuovo allenatore: Massimo Friso. Tecnico di grande esperienza e con un lunghissimo e vincente curriculum che lo ha visto guidare club dalla serie A1 fino alla B2, si presenta a Faenza dopo un’ottima stagione in cui ha vinto il girone D del campionato di serie B con il Basket Barcellona, portandola fino alla finale play off.

Friso sarà il fulcro di un progetto che vedrà in primo piano i giovani, al centro di una importante sinergia con la prima squadra. Insieme ai suoi vice Claudio Agresti ed Emanuele Belosi, Friso lavorerà a stretto contatto con gli allenatori di tutto il settore giovanile, per far crescere i ragazzi.

“Dei Raggisolaris mi è piaciuto il progetto e l’entusiasmo della dirigenza – spiega Friso -. Sono finiti i tempi dei grandi budget e bisogna andare ad allenare dove ci sono idee. A Faenza ci sono idee chiare e non solo riguardanti la prima squadra: c’è un progetto interessante e stimolante che parte dal minibasket fino alla serie B e sono contento di averlo sposato. Credo di essere portato a fare questo tipo di coordinamento tra settore giovanile e prima squadra e porterò la mia esperienza agli allenatori giovani, sperando di dare loro i consigli giusti per farli crescere. Ho sempre lavorato con i giovani e sono convinto che bisogna credere in loro, perché sono un’importante risorsa per il futuro: per ogni ragazzo del vivaio, l’obiettivo deve essere l’arrivo in prima squadra.

Basket Barcellona

Massimo Friso (Barcellona) foto Caracciolo

Riguardo alla serie B, è prematuro parlare di organico e di obiettivi, perché molto dipenderà anche dal girone in cui verremo inseriti, ma di sicuro questa squadra darà sempre battaglia contro chiunque. Ci sono le condizioni per lavorare molto bene grazie anche ai miei assistenti, un allenatore esperto come Agresti e uno giovane come Belosi. Spero che i tifosi creino il clima giusto per far esaltare i giocatori ad ogni partita. Per disputare una stagione vincente occorrono tre componenti: società, squadra e pubblico e sono convinto che le avremo”.

Commenta su Facebook

commenti