Le Acli e “Lo sport che vogliamo”: Baseball 5 e Bubble Soccer al Trocadero

Lo Sport che vogliamoLa locandina dell'evento che sarà ospitato dal Trocadero

Partecipato, inclusivo, aggregante, interetnico, educativo e pulito. Ma anche accessibile, semplice, popolare, sociale e accogliente. È “Lo sport che vogliamo”, giunto alla sua quarta edizione, l’iniziativa lanciata e promossa dall’Us Acli. A Messina, venerdì 8 ottobre, a partire dalle 19, al “Trocadero Sport Club”, il Baseball 5, con i ragazzi e le ragazze degli Swordfish Messina, e il Bubble Soccer, saranno protagonisti di una serata all’insegna del divertimento e dell’inclusione. La madrina dell’evento sarà la judoka messinese Carolina Costa, classe 1994, medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Tokyo.

Costa e Ammirato

Carolina Costa con la medaglia di bronzo ed Emilia Ammirato

“Un’occasione per valorizzare lo sport in tutte le sue sfaccettature – ha detto Carlo Giannetto, vice presidente dell’Us Acli Messina –. Si tratta di un evento che si terrà contemporaneamente in tantissime città d’Italia, aperto a tutti. Saranno presenti tecnici qualificati e professionisti che accoglieranno chiunque vorrà partecipare. Lo sport che vogliamo è questo, per tutti e accessibile a tutti”. La manifestazione si terrà, ovviamente, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.

Al “Trocadero” ci sarà Emilia Ammirato, nella doppia veste di responsabile provinciale del settore giovanile e della condizione femminile dell’Us Acli e di tecnico federale della Fibs (Federazione Italiana Baseball Softball): “Mi occuperò della parte organizzativa e gestionale dell’evento – ha sottolineato –. Tengo a ringraziare anche Carolina Costa, una grandissima atleta e una persona eccezionale che ha subito sposato questa manifestazione con grande entusiasmo. Sarà una bella occasione per avvicinare tanti ragazzi allo sport, regalando un momento di spensieratezza e divertimento”.