Lamazza: “Mancata personalità contro avversario motivato. Non siamo ridimensionati”

BossaBossa tra i più incisivi in casa Messina

Dopo la cocente sconfitta del “Tupparello”, per il Messina parla soltanto il direttore sportivo Francesco Lamazza. “Ci siamo trovati di fronte un Acireale molto motivato e ci è mancato purtroppo il consueto contributo di due o tre giocatori. Riconosciamo i meriti dell’avversario, ma questa battuta d’arresto non ci ridimensiona affatto”.

Modica

Modica dà indicazioni dalla panchina

Ai microfoni di Radio Amore, il dirigente lombardo ha ammesso sia il valore dei padroni di casa, che i limiti mostrati dai peloritani e ha cercato quindi di pensare già al prossimo impegno casalingo di domenica con il Roccella: “Si può andare in difficoltà contro una squadra organizzata, che adesso è a tre lunghezze dall’Ercolanese e merita i suoi punti in classifica. A noi oggettivamente è mancata un po’ di personalità. Già da domani penseremo alla partita di domenica. Dovremo reagire subito”.

Con questo ko, il primo dopo due mesi e mezzo (l’ultima a battere l’ACR era stata la Sancataldese, lo scorso 3 dicembre), la formazione allenata da Giacomo Modica resta nella pancia della classifica. A otto punti dall’Ercolanese quinta e dai playoff e con sei di margine sulla Palmese e i playout. Torna a credere nella post-season, nonostante la perdurante crisi societaria, l’Acireale dell’ex Infantino.

Commenta su Facebook

commenti