L’Amando Santa Teresa ci mette il cuore ma Aragona vince e aggancia la vetta

Amando Santa TeresaNicole Ferrarini e Matilde Mercieca

L‘Amando Santa Teresa sfodera una bella prestazione ma non basta per avere ragione della Seap Cardillo Aragona, tra le grandi protagoniste del campionato di serie B1. A fare la differenza tra le fila ospiti l’opposto 18enne Sara Stival, capace di mettere a terra 31 punti in quattro set. Al PalaBarca di Letojanni finisce 3 a 1 per il sestetto di mister Dagioni, che raggiunge in testa alla classifica l’Akademia Sant’Anna.

Amando Santa Teresa

Le atlete dell’Amando durante un time out

Jimenez, tecnico delle padrone di casa, si affida al sestetto base con Agostinetto e Bertiglia in diagonale, Ferrarini e Donà schiacciatrici, Albano e Mercieca centrali, Calisti libero. Anche Dagioni punta sullo schieramento titolare con Caracuta in regia, la citata Stival opposto, Murri e Borelli centrali, Moneta e Cappelli schiacciatrici e Vittorio libero. Inizio sprint per l’Amando Volley con Ferrarini in battuta. Sul 5-0 Dagioni chiama il suo primo discrezionale. La Ferrarini continua a insidiare la ricezione avversaria fino al 7 a 0. Massimo vantaggio sul 10-2 per la Farmacia Schultze. Con Stival e Cappelli in battuta Aragona accorcia fino al – 4 ma il nuovo allungo santeresino vale il 16 a 10. Forbice che lievita sul +8 del 20-12 dopo un buon turno in battuta di Mercieca. Ci pensa poi la Ferrarini a chiudere il set con il 25 a 21 finale.

Nel secondo set ancora un buon inizio per Amando Volley che con Ferrarini in battuta e successivamente con Mercieca allunga fino al 6-2 per il primo discrezionale di Dagioni. Massimo vantaggio con due punti di capitan Agostinetto (muro e secondo tocco) per il 10 3 e il secondo discrezionale da parte di Aragona. A questo punto con Caracuta in battuta e un’ottima Beltrame subentrata a Cappelli, Aragona comincia una rimonta inesorabile che col senno di poi si rileverà decisiva. Jimenez tenta di correre ai ripari sul 13-12. Si prosegue su un binario di grande equilibrio con la Farmacia Schultze sopra di una incollatura, fino al sorpasso Aragona 21-22 che poi riesce ad aggiudicarsi anche il parziale 22-25.

Nicole Ferrarini

La schiacciatrice messinese Nicole Ferrarini

Nel terzo set un’acciaccata Beltrame lascia il posto nuovamente alla Cappelli. Nella Farmacia Schultze entra Richiusa per Mercieca e rimarrà in campo fino alla fine. Questa volta è Aragona a partire bene con Murri in battuta per il primo time out di Jimenez (0-4). Ad ogni tentativo di recupero di Santa Teresa, replica sempre Aragona, ed il set si chiude con lo stesso vantaggio maturato da Aragona all’inizio (+4 del 21-25). Il quarto è forse il più bello  con continui capovolgimenti di fronte e scambi lunghissimi. Amando si porta avanti di 5 (11-6) poi il rientro di Aragona e il nuovo break di marca locale (21-17). Stival fa la differenza per le agrigentine che riescono a spuntarla ai vantaggi.

FARMACIA SCHULTZE – SEAP DALLI CARDILLO 1-3 (25-21, 22-25, 21-25, 34-36)
Farmacia Schultze: Calisti L1, Moschella, Richiusa 3, Buttarini, Donà 14, Mercieca 7, Albano 10, Agostinetto 8, Basile, Grillo, Ferrarini 18, Bertiglia 17. All. Jimenez, V.all. Prestipino
Seap Dalli Cardillo: Caracuta, Silotto, Ruffa, Dall’Amici, Beltrame 4, Borelli 9, Murri 9, Stival 31, Moneta 16, Cappelli 15, Vittorio L1. All. Dagioni
Arbitri: Pampalone di Palermo e Lonardo di Castelvetrano.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva