Sant’Agata, Pappalardo: “Il gruppo segue mister Giampà ed è più consapevole”

GiampàIl tecnico del Sant'Agata Mimmo Giampà

Una vittoria di prestigio per risalire in classifica. Il Città di Sant’Agata è carico dopo il 3-1 contro l’Acireale, valso tre punti che possono risultare fondamentali in chiave salvezza. Il dirigente Alfio Pappalardo applaude la squadra per l’impresa realizzata domenica: “È stata una gara monumentale da parte del ragazzi. Siamo stati quadrati e non abbiamo concesso nulla a un avversario di valore. Era un match per noi fondamentale e i tre punti ci proiettano provvisoriamente fuori dalla zona calda di classifica. Credo che la partita di Ragusa ci abbia dato quella spinta in più per ottenere il riscatto dopo una gara che al 70′ sembrava ormai acquisita. Il gruppo sta prendendo piena consapevolezza dei propri mezzi e segue il mister, la strada sembra essere quella giusta”.

Favo

Favo in azione contro l’Acireale

Il pensiero va dal massimo dirigente Ortoleva all’intero gruppo: “Il nostro presidente – aggiunge Pappalardo – mette passione e impegno ogni giorno, così come tutta la dirigenza e lo staff. Anche nei momenti critici, in cui si poteva gettare la spugna, loro ci hanno sempre creduto e hanno trasferito fiducia e positività a tutto l’entourage. I risultati recenti sono sotto gli occhi di tutti. I calciatori hanno avvertito vicinanza e certezze e l’impegno della società e l’ultima vittoria lo testimoniano”.

La pesante ammenda, con tanto di diffida per il “Fresina”, data la presenza di troppi tifosi all’esterno dell’impianto di gioco, aveva fatto infuriare il club biancazzurro. Dopo il parziale accoglimento del ricorso è stato tirato un mezzo sospiro di sollievo: “La riduzione di pena è importante ma la cosa che conta di più è aver cancellato la diffida per la società, che poteva essere il preludio a una futura squalifica. Abbiamo impugnato la decisione del Giudice Sportivo per le motivazioni a corredo che si fondavano su una presunta violazione addossataci a titolo di responsabilità oggettiva. La nostra tradizione testimonia che mai in passato ci siamo resi protagonisti di comportamenti negativi e accogliamo con soddisfazione la cancellazione della diffida, pur rimanendo l’ammenda pecuniaria”.

Cicirello

Cicirello con la fascia di capitano

La scelta di Giampà in panchina sta portando i frutti sperati e il Sant’Agata adesso crede nella salvezza diretta, senza passare dai playout. Parola di Pappalardo: “È un grande uomo e una persona che mi stupisce ogni giorno sotto la tenuta dei rapporti umani con tutte le diverse componenti. Non conosceva al suo arrivo i calciatori, li ha incoraggiati e si è spinto a dire che la squadra avrebbe prodotto risultati e gioco, cosa che poi sta realmente avvenendo. La nostra società con lui ha fatto un investimento importante e spero che possa arrivare in categorie più alte perché se lo merita veramente. Insieme al suo vice si trovano alla grande. È il valore aggiunto per la nostra compagine, mantiene sempre i piedi per terra e ci sta mettendo del suo nel trascinare tutto il gruppo. Vuole assolutamente evitare i playout e credo che possa ottenere l’obiettivo. Ha il merito di dire con chiarezza che nulla è stato conseguito, ma che la strada resta irta e difficile, infondendo però fiducia a tutto il gruppo”.

Il messaggio finale del dirigente è rivolto al progetto che va avanti in piena pandemia: “In un periodo emergenziale con la crisi, lo stadio chiuso e il botteghino fermo stiamo riuscendo a confermare tutti gli impegni presi e non è poco anche a livello di quarta serie. Voglio ringraziare tutti la dirigenza che mantiene la massima umiltà e concentrazione sull’obiettivo da conseguire, ma lodo anche i singoli investitori che magari non si vedono ma ci danno una grande mano”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva