L’Amando Santa Teresa batte Marsala 3-2 e si morde le mani per il primo set

Amando Santa TeresaGli "Eagles" scatenati sugli spalti (foto Vito Pellizzeri)

Il primo set lascia tanto rammarico all’Amando Santa Teresa. A lungo in testa fino al vantaggio massimo di 17-10, grazie a un muro della Cecchini, le locali si disuniscono e mostrano il fianco al lento ma costante recupero di Marsala. Sul 21-15 mister Jimenez ha già usufruito dei due discrezionali. Il colpo di grazia giunge con Chiara Sciré, al servizio che mette in difficoltà la retroguardia biancoceleste. Suo l’ace del 21-21. Botta e risposta Bertiglia-Gasparroni, poi sono due muri vincenti della Caserta che offrono due set ball alle ospiti. Il primo è vanificato dalla Murri ma è la stessa Gasparroni a fissare subito dopo il risultato sul 23-25.

Amando Santa Teresa

Il saluto tra Santa Teresa e Marsala (foto Vito Pellizzeri)

Seconda frazione molto equilibrata. Le squadre tentano di prendere il largo ma vengono braccate dall’avversario. Sul 18-16 (attacco fuori della Caserta) va al servizio Erica Giacomel che lo manterrà fino alla fine del set (25-16). Nell’ordine, prima l’attacco vincente della Nielsen, poi la Murri che contende con successo un pallone sotto rete, un malinteso difensivo tra la Fabbo e la Caserta, un mani fuori della Nielsen, due muri vincenti, uno della Amaturo e uno della Murri, e infine un meritato ace della sandonatese.

Il terzo parziale non è mai in discussione in quanto, dopo un iniziale 3-0 per le padrone di casa, le ospiti recuperano ben presto e Jimenez è costretto al primo time-out sul 3-7 (mani fuori della Sciré). Un primo tempo vincente della Caserta porta le sue sul 6-12. Qualche timido recupero delle santateresine: un muro a due Bertiglia-Murri fa diminuire il distacco a quattro punti (17-21). Ma non c’è tempo per migliorare la situazione. Come sul finire del primo set entra la De Marco al servizio che realizza anche un ace. Gli ultimi punti sono della Gasparroni per il 18-25 finale.

Amando Santa Teresa

L’Amando Santa Teresa ringrazia il suo pubblico

Quarto set equilibrato in avvio ma sul 14-16 (pallonetto della Sciré) Jimenez ricorre al primo time-out. Perdura la parità fino al 17-17 quando sale in cattedra la Bertiglia che con alcune delle sue note diagonali elude i muri avversari e porta avanti le sue. Un ace di Chiara Cecchini firma il 23-19. Quattro punti di vantaggio che restano tali fino al termine del set chiuso dalla Giacomel (25-21).

Nel tie-break tutto facile per le padrone di casa. Le ospiti, un po’ paghe per il punto guadagnato, un po’ rammaricate per il quarto set perduto, cedono di schianto (15-7). In classifica Santa Teresa è a quota 14 punti dopo sei giornate e viene agganciata da Arzano, che però ha giocato una gara in meno. Inseguono a 12 San Salvatore Telesino e a 11 Casal de’ Pazzi (che ha disputato però due match in meno).

Tabellino: Farmacia Schultze Santa Teresa di Riva – Gesan Com Fly Volley Marsala 3-2 (23-25, 25-16, 18-25, 25-21, 15-7)
Amando Volley: Gervasi, Cecchini 5, Spitaleri (L), Courroux 4, Giacomel 16, Amaturo 4, Murri 7, Nielsen 16, Bertiglia 19. N.E. De Candia, Galuppi. All: Jimenez.
Volley Marsala: Caserta 8, Sciré 17, Fabbo 2, Pirrone 8, Modena (L), Miliani 10, Gasparroni 24, De Marco 1, Orto, Franceschini. N.E. Antico, De Vita (L2). All: Viselli.
Arbitri: Crucitti e Adornato.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma