L’Alma Patti prima va sotto, poi recupera con Verona. La Spezia vince nel finale

Alma PattiElena Gualtieri cerca un varco in area (foto Graphic Art)

È sicuramente un’altra Alma Patti quella che sta scendendo in campo in questa fase della stagione. La vittoria contro Umbertide ha realmente dato maggiori consapevolezze a Iuliano e compagne e anche contro la Cestistica Spezzina, a dispetto del risultato finale di 75-88, si è notata la differenza. Le siciliane restano a 4 punti in classifica, ma hanno nuove certezze e mantengono una costante fondamentale in capitan Marta Verona: la palermitana è stata mvp con 32 punti e 8 rimbalzi, un’altra gara “monstre” che ha permesso al team pattese di mettere a segno contro la quotata La Spezia oltre 70 punti a fronte di una media di 60 realizzati.

Alma Patti

Un time out dell’Alma Patti (foto Graphic Art)

Gara bellissima quella tra la formazione allenata da coach Mara Buzzanca e le atlete di coach Marco Corsolini. Le bianconere la fanno da padrona al PalaSerranò dopo i primi 10’ di gioco, utilizzando tutte le frecce al proprio arco (Castellini, Colognesi, Templari) e chiudono il primo quarto sul 9-20. Scacciata l’emozione l’Alma restituisce il parziale in maniera perentoria grazie ai canestri di Verona, Micovic e Gualtieri e le energie sotto canestro spese da Chiarella e Nwachukwu. Si va al riposo lungo sul 37-38 che vuol dire un parziale di 28-18 a favore dell’Alma. La terza frazione è il classico show non adatto ai deboli di cuore.

Le siciliane restano in gioco e trovano canestri spettacolari e approfittano dei primi errori al tiro da tre nella gara delle ospiti, team che resta in partita grazie ai canestri di una Silvia Colognesi sempre ben assistita dalle compagne. A rimettere le cose in discussione è sempre Marta Verona, autrice di una tripla allo scadere che vale il 58 pari e fa alzare in piedi il PalaSerranò, tornato finalmente pieno e rumoroso.

Alma Patti

Marta Verona, ancora una volta mvp per Patti (foto Orlando)

L’ultimo quarto decide la gara a favore della Cestistica Spezzina. Falli a carico e almeno quattro palle perse importanti condizionano anche l’intensità del team del biancorosso, costretto a cedere definitivamente sotto i canestri di Silvia Colognesi (in doppia doppia a fine gara con 21 punti e 14 rimbalzi), la giocata da quattro punti di Alyssa Cerino (in doppia doppia con 12 punti e 14 rimbalzi) e la freddezza ai liberi di Angelica Castellani (16 punti e 8 assist). La Cestistica Spezzina batte l’Alma e resta nella parte alta della classifica, Patti invece sarà adesso attesa da una trasferta da non fallire sabato 27 novembre a Ponte Buggianese, in provincia di Pistoia, contro la Nico Basket. 

Alma Basket – Cesistica Spezzina 75-88
Parziali: 9-20, 37-38, 58-58, 75-88
Patti: Micovic 16, Nwachukwu 2, Dell’Orto, Iuliano 8, Chiarella 7, Monte ne, Verona 32, Gualtieri 10, Bardarè ne, De Rosa. All.: Buzzanca, ass. all.: Perseu, secondo ass.all.: Giuseppe Costantino.
La Spezia: Colognesi, 21, Templari 22, Cerino 12, Zolfanelli 3, Serpellini, Castellani 16, Pini 6, N’Guessan 8, Amadei. All.: Corsolini
Arbitri: Marcello Manco e Pietro Rodia

Alma Patti

Milica Micovic tra le migliori marcatrici di squadra

A2 Femminile – Girone Sud – Risultati 7^Giornata di Andata
Blue Lizard Basket Capri – Nico Basket Femminile 59 – 66
Pall. Vigarano – Halley Thunder Matelica 61 – 54
Minibasket Battipaglia – Techfind San Salvatore Selargius 49 – 55
Bruschi San Giovanni Valdarno – Amatori Pall. Savona 63 – 36
Cus Cagliari – Feba Civitanova Marche 58 – 50
Alma Basket Patti – Cestistica Spezzina 75 – 88
La Bottega del Tartufo Umbertide – Pall. Femminile Firenze 59 – 60

La Classifica: Bruschi San Giovanni Valdarno* 10, Cestistica Spezzina 10, Pall. Femminile Firenze 10, Amatori Pall. Savona** 8, La Bottega del Tartufo Umbertide 8, Pall. Vigarano 8, Cus Cagliari* 6, Techfind San Salvatore Selargius* 6, Feba Civitanova Marche* 6, Halley Thunder Matelica* 4, Alma Basket Patti* 4, Nico Basket Femminile 4, Blue Lizard Basket Capri 4, Minibasket Battipaglia 2. *una partita in meno. **due partite in meno