L’Alma Patti conquista il primo netto successo casalingo contro Catanzaro

Alma PattiLa rosa dell'Alma Patti (foto Maria Chiara Scaffidi)

Lasciata alle spalle la vittoria del campionato dello scorso anno, l’Alma Basket esordisce in casa con un’ampia vittoria nella seconda giornata di campionato di serie B femminile. Di fronte a un numeroso pubblico le ragazze di coach Mara Buzzanca hanno affrontato la Mastria Vending Catanzaro in una gara dove, sebbene il punteggio non sia mai stato messo in discussione, una buona dose di impegno e determinazione si sono resi necessari per contrastare le ragazze calabresi e per venire a capo di situazioni alle volte confuse e al limite dell’agonismo.

Dopo un primo quarto più combattuto, terminato con il parziale di 21 a 18 per la squadra di casa, l’Alma ha preso il largo nelle successive frazioni terminando con il punteggio di 85 a 40. Nonostante i 45 punti di differenza, le ragazze di Patti hanno dovuto esprimersi al meglio per sovrastare una squadra che in attacco non dava punti di riferimento e cercava di imporsi sul piano fisico.

Gioia Alma

Gioia Alma Patti (foto Scaffidi)

Le ragazze calabresi di coach Danilo Chiarella, rispetto allo scorso anno, sono sembrate più esperte, grazie anche ad un paio di innesti, tra cui citiamo Anna Trotta, che ha militato in A2 con il Salerno Basket e miglior realizzatrice della sua squadra con 12 punti e che ha fatto sentire la sua esperienza in campo.
Ma la differenza di valori tecnici sul campo da gioco, assieme ad una maggiore precisione nella realizzazione degli schemi suggeriti dalla panchina di Mara Buzzanca, hanno permesso all’Alma di prendere progressivamente le distanze dalle avversarie e concludere la partita con facilità e senza correre eccessivi rischi nell’ultimo quarto di gara, dove il dispendio di energie profuso nei periodi precedenti ha mandato un po’ in debito di ossigeno le ragazze della Mastria.
Tra le ragazze dell’Alma da segnalare l’ottima prestazione di Giulia Merrina (14 punti), che nei primi 3 quarti ha recuperato tanti palloni e si è fatta largo tra le avversarie grazie al suo spunto e alla sua velocità, il neo-acquisto proveniente dalla Rainbow Catania, l’ala anagnina classe 95 Francesca Chiarella, migliore realizzatrice con 20 punti, il pivot rumeno Alina Craciun (18 punti) autentica saracinesca sotto canestro e Mariana Kramer (12 punti) che rappresenta sempre un punto di riferimento per le sue compagne più giovani.

Buona la prestazione pure di Martina Lombardo (12 punti) che, sebbene poco utilizzata, è riuscita a piazzare un paio di tiri da 3 punti che hanno spento definitivamente le poche speranze di rimonta della squadra calabrese. Un successo utilissimo per la squadra del presidente Attilio Scarcella, conquistato in una cornice di pubblico entusiasta, appassionato e che ha sostenuto la squadra anche grazie ai suoi numerosi piccoli tifosi. Si riparte, quindi, da qui. Dal pubblico di Patti per proseguire in campionato con la consapevolezza che sarà un anno in cui l’Alma Basket dovrà affrontare fatiche ben maggiori di quelle di stasera, ma con la convinzione di farlo con sempre maggiore maturità e spirito di gruppo e con il grande sostegno di chi gli sta vicino.

Commenta su Facebook

commenti