L’Akademia centra l’impresa con Aragona, che perde la leadership al Tracuzzi

Akademia Sant'AnnaL'Akademia Sant'Anna vuole confermarsi seconda della classe

Una vittoria di rabbia e determinazione quella colta dall’Akademia Sant’Anna contro la grande favorita del girone, Seap Dalli Cardillo Aragona. Al PalaTracuzzi sono le ragazze di coach Nino Gagliardi a spuntarla per 3 a 1 portandosi a quota 6 punti in graduatoria. La battuta d’arresto costa alla squadra ospite il primato. La formazione peloritana ha saputo sfruttare le debolezze di un avversario presentatosi senza la palleggiatrice titolare. Difesa, muro ed attacco nei momenti decisivi, a differenza di sette giorni prima, sono stati perfetti.

Akademia Sant'Anna

Un attacco dell’Akademia Sant’Anna durante il match con Aragona

E già dall’avvio si è intuito che la squadra messinese era entrata in campo con l’approccio giusto. Il parziale iniziale di 9-2 ne è la testimonianza anche se poi Aragona tira fuori il suo potenziale e, sotto i colpi di Moneta e grazie ad un paio di errori delle messinesi, trova l’aggancio prima e il sorpasso dopo. Un vantaggio di tre punti 15-18 che le agrigentine riescono a condurre in porto. Ma il primo set non è stato un fuoco di paglia per il sestetto del presidente Costantino che nel secondo parziale è ancora più veemente e dopo un avvio punto a punto, piazza l’allungo decisivo grazie all’ex Composto. Il 16-10 di metà set è un vantaggio che viene gestito ed anzi aumentato.

Ci si attende la controreplica delle ospiti che si presenta subito, con un break iniziale che porta la squadra di Dagioni al 10-5 sfruttando il turno di battuta di Stival. Ma stavolta è la Sicom Akademia a ricucire il risultato prima sul 19-19 grazie ancora ad Ambra Composto e poi mettere la testa avanti per chiudere il set. Sul 2-1, la Sicom fiuta l’impresa e non si scompone partendo bene anche nel quarto parziale (10-6) sfruttando pure le difficoltà offensive delle avversarie. Che, però, riescono a risalire (13-13) e superare le messinesi (13-14). Qui lo scatto decisivo firmato ancora da Ambra Composto, protagonista di una grandissima partita contro la sua ex squadra, che trascina l’Akademia al 19-14. La Sicom conquista sette match point, tre dei quali vengono annullati, ma alla fine chiude la contesa in proprio favore.

Costantino e Di Giacomo

I presidenti di Akademia e Aragona Fabrizio Costantino e Nino Di Giacomo

Il tabellino dell’incontro. Sicom Akademia Messina – Seap Dalli Cardillo Aragona 3-1
(Set: 22-25; 25-16; 25-23; 25-20)
Sicom Akademia Messina: Giordano 2, Iannone 12, Marino 14, Escher 10, Composto 17, Bilardi 9, Giudice (L), Rotella n.e., Torre 0, Pugliatti n.e., Boffi 1, Bontorno n.e., Gueli (L2) n.e. All.: Nino Gagliardi
Seap Dalli Cardillo Aragona: Dell’Amico 1, Stival 9, Borelli 3, Murri 8, Cappelli 15, Vittorio (L), Moneta 16, Beltrame 2, Maiello n.e. , Ruffa 0. All.: Massimo Dagioni
Arbitri: Mirko Crucitti di Reggio Calabria e Antonino Richichi di Vibo Valentia.

Autori

+ posts