L’Acr riprende ad allenarsi sul sintetico di Mili. Il futuro resta incerto

ZemanZeman osserva perplesso dalla panchina (foto Nino La Macchia)

L’Acr Messina è tornato ad allenarsi nel pomeriggio di mercoledì, dopo essersi concesso un giorno in più di riposo. Un riposo forzato, imposto dalla proprietà del club. Rispetto al recente passato è cambiata però la location, dal momento che Avella e compagni si sono ritrovati sul vecchio sintetico del “Garden Sport” di Mili marina.

Non ci sono comunicazioni ufficiali, considerato il silenzio stampa confermato dalla società peloritana, ma l’impressione è che dopo la separazione dai dirigenti del vecchio Camaro, il rapporto con il club presieduto da Antonio D’Arrigo potrebbe interrompersi definitivamente, coinvolgendo anche la struttura di Bisconte, che per metà stagione ha ospitato le sedute di allenamento dei giallorossi.

De Meio

De Meio cerca un varco (foto Nino La Macchia)

Con ventiquattro ore di ritardo è scattata quindi la preparazione in vista della trasferta di domenica a Marsala, dove i peloritani si troveranno di fronte una squadra che ha perso ben nove delle ultime undici gare, sprofondando in zona play-out, ben distante dal terzo posto conquistato un anno fa.

Contro la formazione trapanese non sarà a disposizione lo squalificato Crucitti, a segno in tutte e cinque le gare che hanno preceduto l’ultima inopinata prova con il Marina di Ragusa.

Nessun’altro biancoscudato va a segno dal 15 dicembre, quando il 2-0 con la Palmese fu firmato da Rossetti e Saverino e quindi a due mesi di distanza sarà necessario sfatare questo tabù per lasciarsi alle spalle il delicato avvio di 2020.

Saverino

Saverino ha firmato la sua seconda rete contro la Palmese

Anche se l’umore nello spogliatoio dell’Acr non è certo al massimo. La squadra soffre la distanza della proprietà, assente domenica scorsa allo stadio e poi trinceratasi nel silenzio anche nei giorni successivi, con il paradossale posticipo della ripresa degli allenamenti.

Nelle ultime settimane non sarebbe mancata qualche problematica di natura logistica e non sono state smentite le indiscrezioni stampa delle ultime ore, che hanno denunciato presunti ritardi accumulati nel versamento di alcune spettanze. Un film già visto, verrebbe da dire, in linea con le due precedenti stagioni.

Se non altro, la notte ha portato consiglio e l’ultimo vertice societario tenutosi a Giammoro ha consentito alla truppa di Zeman di tornare in campo. L’impressione è che la fiducia che è stata rinnovata sia condizionata a un’inversione di rotta, che dopo una settimana iniziata in modo così turbolento non sarà facile perseguire. Non resta che sperare in una reazione d’orgoglio.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva