L’Acr punta la vetta. Novelli: “Sereni e propositivi. Ripartiamo dalle certezze”

Raffaele NovelliIl tecnico dell'Acr Messina Raffaele Novelli

Contro il Paternò l’obiettivo è la quarta vittoria consecutiva, utile magari per conquistare la vetta distante adesso soltanto un punto. Il tecnico dell’Acr Messina Raffaele Novelli è consapevole della necessità di dare continuità alle prestazioni precedenti: “Vogliamo migliorare sotto l’aspetto delle due fasi di gioco. Dopo la sosta bisogna dimenticare il panettone ed essere subito pronti a disputare la partita contro un avversario esperto, che ha grandi qualità”.

Ciro Foggia

Ciro Foggia celebra la sua doppietta a Cittanova

Nello spogliatoio c’è comunque grande fiducia: “La squadra ha sempre reagito e sappiamo dentro di noi cosa dobbiamo fare in alcuni situazioni per essere propositivi in partita, rischiando qualcosa di diverso, con la spensieratezza e serenità di potersi esprimere”.

L’Acr Messina non è ancora la squadra perfetta ma ha le qualità per conquistare e difendere il primato: “C’è grande disponibilità da parte dei ragazzi. Dobbiamo essere bravi a fare emergere i difetti altrui e cercare di coprire i nostri con il lavoro, che ci permette di crescere giorno dopo giorno. Ci attende un avversario di qualità, che ha tre centrocampisti esperti e una linea offensiva qualitativa, abile a fare ripartire i compagni. Hanno buona organizzazione e giocano bene. Dobbiamo togliere spazi e tempi all’avversario”.

Arcidiacono

Arcidiacono ha cambiato la partita a Dattilo (foto Giovanni Chillemi)

Il socio di minoranza Carmine Del Regno si è detto pronto a formalizzare un innesto, ma sul mercato Novelli ha le idee chiare: “Il miglior rinforzo per noi è rimanere gli stessi. L’ho ripetuto più volte perché credo negli uomini e nei calciatori che compongono questa squadra. Cambiare tanto per cambiare non serve. Questi ragazzi hanno idee e mentalità, sotto l’aspetto fisico sono pronti. Se poi c’è qualcuno che ha qualcosa di diverso in mente ci muoveremo, ma stiamo bene così.

Tra mercoledì e domenica, quando l’Acr sarà di scena sul campo del Santa Maria Cilento, cambierà qualche interprete nell’undici di partenza: “Abbiamo due partite ravvicinate, per cui è possibile che gli interpreti cambieranno. Vogliamo dare continuità a un progetto tecnico e in campo serve gente con gamba e intensità, altrimenti soffriremo. Se restiamo corti possiamo fare male all’avversario. Conta giocare in modo intenso e su ritmi alti. Vogliamo fare bene come segnale di maturità e crescita del gruppo”.

Raffaele Novelli

Le indicazioni di Raffaele Novelli dalla panchina (foto Nino La Macchia)

Sono approdati in città con Del Regno il socio Enzo Bove e il direttore sportivo Cocchino D’Eboli, che presto saranno affiancati da un nuovo direttore generale: “I soci sono sempre molto vicini a noi ed è normale perché se si vuole crescere tutte le componenti devono farlo e non solo la squadra o il sottoscritto. Sappiamo benissimo che non possiamo avere al nostro fianco i tifosi, che sono una componente importante, un patrimonio. In una piazza così importante vederli sulla collina o a casa è dura, ma appena finirà l’emergenza Covid dovremo coinvolgere i supporter mostrando serietà, disponibilità e appartenenza perché l’Acr Messina ha una cultura e una storia che vanno rispettate col lavoro. Il calcio è una nostra grande passione e un lavoro che ci sostiene. Dovremo avere ogni giorno voglia d’iniziativa e di mettersi in discussione”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva