L’Acr Messina attende il transfer di Zaine. Per la Gelbison ipotesi 9 dicembre

Acr MessinaI calciatori dell'Acr Messina al "Franco Scoglio"

È già certo il primo movimento invernale in entrata per l’Acr Messina, che a dicembre spera di assicurarsi subito la firma del caraibico Pierre Kareem Zaine. Il centrocampista 27enne, già in riva allo Stretto nel corso della presidenza Lo Monaco, ritroverà mister Raffaele Novelli dopo la positiva parentesi nell’Aversa Normanna e l’incrocio in Francia, dove il tecnico salernitano ha guidato con profitto il Pau.

Pierre Kareem Zaine

In gruppo, con la maglia numero 4, anche il caraibico Pierre Kareem Zaine

La pratica per il tesseramento era già stata avviata a settembre, a conferma di una trattativa già conclusa in estate. Per l’arrivo del transfer dall’isola di Santa Lucia dovrebbe essere ormai questione di tempo. Sia il presidente Pietro Sciotto che il socio salernitano Carmine Del Regno considerano il mercato in entrata già concluso, a meno di clamorose opportunità. A dicembre potrebbe esserci soltanto qualche movimento in uscita.

In difesa, con l’affidabile coppia di centrali composta da Lomasto e Sabatino, Boskovic rappresenta un’opzione di spessore dalla panchina. In attacco alle partenze di Catalano e Cruz ha fatto da contraltare un solo innesto, dal momento che vi sono comunque cinque over per tre maglie o addirittura per due, nel caso di promozione tra i titolari di Cretella o Crisci. Quindi almeno due tra Addessi, Arcidiacono, Bollino, Foggia e l’ultimo arrivato Manfrellotti devono rinunciare a un posto nell’undici di partenza.

Arcidiacono e Bollino

Arcidiacono e Bollino in allenamento

L’arrivo di Zaine potrebbe suggerire una rinuncia a centrocampo, dove Aliperta assumerà finalmente il comando delle operazioni, con ben quattro elementi (Vacca, Cristiani, Lavrendi e appunto Zaine) costretti a contendersi uno o due posti. Sperano poi di potere finalmente esordire gli under rimasti fin qui ai margini, ovvero Bellopede, Mancuso, Monteleone e Garofalo.

Dopo settimane di rinvii, potrebbe esserci presto la designazione ufficiale di Cocchino D’Eboli, rimasto fin qui un consulente esterno di mercato, storicamente vicino peraltro al direttore della Salernitana Angelo Mariano Fabiani, mentre per la carica di direttore generale dalle ipotesi non si è ancora passati agli annunci. Da segnalare infine che per la gara casalinga con la Gelbison, inizialmente prevista per l’1 novembre, non c’è ancora una data ufficiale. Il match potrebbe essere calendarizzato per mercoledì 9 dicembre.

Pietro Sciotto

Il presidente dell’Acr Messina Pietro Sciotto

I campani, dopo oltre un mese di sosta forzata in virtù di ben sedici positività riscontrate all’indomani della trasferta di Troina, datata 18 ottobre, torneranno in campo a un mese e mezzo di distanza. Per domenica prossima è stato fissato il recupero casalingo con il Sant’Agata. Improbabile l’inserimento di un secondo match già per mercoledì 2, anche perché poi i campani giocheranno il 6 ancora in casa con il Biancavilla e una settimana dopo, il 13, in trasferta con il Marina di Ragusa.

Proprio in quella settimana potrebbe essere prevista la gara con l’Acr. Per i peloritani, che a differenza di altre squadre non hanno mai interrotto gli allenamenti, una serie di sfide da sfruttare. Si ripartirà il 6 contro il Roccella fanalino di coda e ancora a secco di punti. Gelbison a parte, sono previste le sfide con Castrovillari, Dattilo e Paternò, tutte formazioni che puntano principalmente alla salvezza.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva