La Zuiki Spadafora non conosce soste. Anche il Cus Palermo va al tappeto

L'organico della Zuiki Spadafora
L'organico della Zuiki Spadafora

L’organico della Zuiki Spadafora

Trasferta più difficile del previsto quella che ha atteso la Zuiki Nuovo Avvenire Spadafora nel capoluogo siculo nella terza giornata del girone di ritorno del campionato di serie D. Rispetto a quanto recita la classifica, assolutamente bugiarda, che pone il Cus Palermo nelle retrovie della classifica con sole tre vittorie all’attivo, quella di coach La Rosa è di certo una buona squadra, ben attrezzata sotto tutti i punti di vista. Il gran freddo e la fisicità dei padroni di casa, creano subito grossi problemi all’indiscussa capolista Spadafora, che non riesce assolutamente ad esprimersi come vorrebbe. Ogni qualvolta la Zuiki tenta di mettere la testa avanti con contropiedi e giochi semplici ma efficaci, ecco che Palermo risponde con i tiri da fuori.  Difatti nei primi due quarti l’equilibrio la fa da padrone dell’incontro, e si gioca punto a punto. Nel terzo quarto, come ormai siamo abituati a vedere, gli “Spartans” spadaforesi  aumentano di giri i ritmi del motore, e grazie ad una difesa imperforabile riescono a far realizzare alla formazione casalinga la miseria di nove punti a fronte di ventitré segnati. Questo è il parziale che segna inesorabilmente il resto dell’incontro.

Un primo piano dell'allenatore Luigi Maganza

Un primo piano dell’allenatore Luigi Maganza

Mattatori  della partita il totem Contaldo con 30 punti e il play Stuppia con 16. Per il Palermo il crollo ad inizio secondo tempo è dovuto anche a qualche fischio arbitrale, corretto, diretto a penalizzare talvolta un’eccessiva fisicità agonistica. La partita si sblocca definitivamente nel quarto periodo di gioco in cui gli ospiti del tecnico Maganza legittimano il successo, toccando anche i trenta punti di vantaggio. A questo punto Mobilia e compagni hanno il solo compito di amministrare il cospicuo vantaggio e nei minuti finali la squadra può permettersi il lusso di schierare in campo le seconde linee. La squadra allenata da coach Maganza, alla nona vittoria consecutiva e con sei punti di vantaggio sulla seconda, tornerà adesso a giocare tra le mura amiche nel prossimo incontro in programma sabato primo febbraio contro la Pallacanestro Bagheria, formazione già superata a doimicilio.

Cus Palermo- Zuiki Pieroleprogroup Spadafora 47-70
Parziali: 15-19; 30-34 (15-15); 39-57 (9-23); 47-60 (8-13)
Cus Palermo: Barbera A., Bonnano, Viola 10, Catania 10, Infurna , Butera 8, Visconti 4, Manfrè 2, Garofano 7, Speciale, Billitera, Ayola 4. All: La Rosa
Zuiki Pieroleprogroup:  Stuppia E., Biondo 2, Scibilia, Sindoni, Vento 2, Busco 8, Molino 3, Contaldo 30, Mobilia 9, Stuppia I. 16, Nomefermo, Pollicino. All: Maganza
Arbitri: Gallotta e Jaiteh

33La classifica: Spadafora 18 punti; Costa d’Orlando 12; Alias Barcellona e Bagheria 8; Cus Palermo 6; Castanea 6; Basket School 2.

Commenta su Facebook

commenti