La Waterpolo Despar Messina impone il pari al Bogliasco

Una fase del match fra Bogliasco e WP Messina

Finisce 10 pari fra le liguri e le peloritane che così riscattano la brutta prestazione offerta contro il Prato e guadagnano un punto sulla zona retrocessione. Gara in salita per Sparano e compagne, che alla fine hanno anche “rischiato” di conquistare l’intera posta in palio. Doppiette per Starace, Toth e Battaglia, a segno anche Apilongo, Gitto, Morvillo e D’Agata.

Una fase del match fra Bogliasco e WP Messina

Una fase del match fra Bogliasco e WP Messina

La Waterpolo Despar Messina riscatta immediatamente la pesante sconfitta subita a Prato imponendo il pareggio al Bogliasco, 10-10 il risultato finale. Per le peloritane si tratta di un punto pesante perché hanno guadagnato una lunghezza sulla zona retrocessione. Un risultato importante giunto al termine di una prestazione gagliarda in una delle piscine più difficili della massima serie visto che il Bogliasco aveva vinto contro Firenze e fatto soffrire la capolista Orizzonte Catania.

PARTITA – La gara si mette subito in salita per la Waterpolo Despar Messina, l’approccio non è dei migliori per le peloritane che dopo 30 secondi vengono punite dalla rete realizzata da Alessia Millo, partita in controfuga dopo un servizio della Maggi. Il raddoppio delle liguri arriva per mano di Rossi, colpevolmente lasciata libera dalla difesa siciliana. La risposta messinese è affidata alla Starace, ma Falconi si oppone. Ancora Rossi in gol, grazie ad una deviazione per il 3-0 delle padrone di casa che subiscono sul finire del tempo la rete realizzata da D’Agata. Il primo tempo si conclude sul 3-1 per le liguri.

Daria Starace (WP Despar Messina)

Daria Starace (WP Despar Messina)

Nel secondo tempo, le ragazze di Pufiafito (oggi in tribuna perché squalificato e sostituito da Valentina Sabatini) riescono a reagire, Ildiko Toth si procura un rigore che trasforma: 3-2. La Rari Nantes va ancora in gol con Maggi, brava a trovare l’angolo giusto per superare Sparano. Arriva anche il quinto gol delle liguri con Dufur, abile a capitalizzare la superiorità numerica. Sul 5-2 la reazione delle peloritane che prima vanno in gol con Apilongo che insacca una palla respinta da Falconi, poi è ancora Toth a realizzare un rigore. Il secondo tempo si chiude sul 6-4, ma Starace e Toth sono gravate di due falli ciascuno e, quindi, rischiano l’espulsione definitiva.

Il terzo tempo è la migliore frazione per le messinesi, pronte in difesa ed efficaci in attacco. E’ Gitto a riportare a -1 Messina in superiorità numerica (6-5), ma Millo trasforma un rigore concesso per un fallo su Takacs. Tocca a Morvillo riportare sul -1 le peloritane che poi si vedono annullare inspiegabilmente un gol di Battaglia realizzato prima del fischio della sirena dei 30 secondi. A nulla valgono le proteste, le siciliane subiscono il 7-5 su rigore trasformato da Dufur, dopo l’ennesimo fallo conquistato da Takacs. Il finale del tempo è tutto messinese, prima va in gol Starace in superiorità numerica, poi è Battaglia con una palombella a riportare in parità Messina sul risultato di 8-8.

Alessandra Battaglia (WP Despar Messina)

Alessandra Battaglia (WP Despar Messina)

Nel quarto tempo la gara si infiamma, le liguri vanno vicine al gol ma i legni della porta aiutano le ragazze peloritane che vanno in vantaggio con Starace (8-9). Il pari ligure è firmato da Viacava, ma una perfida palombella di Battaglia regala il nuovo vantaggio alle siciliane (10-9). Il quarto gol personale di Ilaria Rossi, fissa il risultato sul 10 pari. Nel finale di partita, possibilità per entrambe di vincere ma verdetto di parità, alla fine, equo. Waterpolo Despar Messina brava nella marcatura dell’ungherese Takacs, rimasta, insolitamente, a secco. Impalpabile, invece, l’ex Tagliaferri.

COMMENTI- Il tecnico Giovanni Puliafito ha sofferto in tribuna per la squalifica ma alla fine può esultare con le sue ragazze: “Era una partita difficile, abbiamo giocato come piace a me. Peccato per l’inizio, è un risultato che dedico alla società per gli sforzi che fa”. Sprizza felicità da tutti i pori Valentina Sabatini alla sua prima partita da tecnico: “All’inizio, dice scherzando, non sapevo cosa fare, ero tentata dal buttami in acqua. Abbiamo disputato una buona partita con l’intensità giusta in una piscina mai facile. Ci siamo messi alle spalle la sconfitta di Prato con discreta personalità. La gara è stata durissima, ma le ragazze sono state molto brave: eravamo partite male, Giovanni in tribuna, la mia voce che non si sentiva. Siamo riuscita anche da andare avanti, poi ci hanno raggiunto. Il Bogliasco è una bella squadra, che non lascia molti punti di riferimento; noi dobbiamo continuare a lavorare”.

Adesso il campionato osserverà ancora una pausa. Alla ripresa, il 21 dicembre, la Waterpolo Despar Messina ospiterà Imperia. Intanto il portiere peloritano Loredana Sparano è stata convocata per il collegiale della nazionale italiana che precede la sfida di World League con l’Ungheria in programma a Catania il 17 dicembre.

TABELLINO:

Rari Nantes Bogliasco-Despar Messina 10-10

Parziali: 3-1, 3-3, 2-4, 2-2.

RN Bogliasco: Falconi, Viacava 1, Rossi 4, Dufour 2 (1 rig.), A. Millo 2 (1 rig.), Gallone, Maggi 1, G. Millo, Boero, Takacs, Di Fiore, Tagliaferri, Casareto. All. Zantleitner.

Wp Despar Messina: Sparano, Apilongo 1, Gitto 1, Starace 2, Morvillo 1, Loffredo, Battaglia 2, D’Agata 1, Toth 2 (rig.), Avola, Rella, Ventriglia. All. V. Sabatini

Arbitri: Piano e Ruscica

Note: Uscite per limite di falli: Apilongo (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: RN Bogliasco 2/7 +2 rig., Messina 3/6 +2 rig..

Queste le altre gare della settima giornata: Firenze-Orizzonte Ct 12-16, Rapallo-Prato 14-8, Imperia-Bologna 20-5, Padova-Blu Team 19-4.

Classifica: Orizzonte Ct 21, Rapallo 18, Imperia e Padova 15, Firenze 12, Bogliasco 10,
Wp Despar Me 7 , Prato 6, Bologna 3, Blu Team 0.

Prossimo turno (21/12/2013): Waterpolo Despar Messina – Imperia, Orizzonte Ct – Padova
Blu Team  -Rapallo, Bologna – Firenze, Bogliasco – Prato.

Commenta su Facebook

commenti