La Viola vince il derby del PalaTracuzzi contro la Rescifina

Lilia Malaja si fa sentire dalla panchina

Va alla Viola Reggio Calabria il derby con la Rescifina Messina, che metteva di fronte due formazioni imbattute dopo le prime due giornate. Dopo tre quarti equilibrati le calabresi hanno fatto valere la maggiore forza fisica e con un parziale di 22-12 hanno portato a casa i due punti.

Rescifina

Anechoum subito condizionata dai problemi di falli

Cominciano meglio però le messinesi, subito avanti 12-4 con una tripla di Libro. Il timeout del coach ospite Russo non riesce a scuotere le sue che perdono il lungo Anechoum subito gravato di due falli. Si va a strappi anche per via dei molti falli fischiati dalla coppia arbitrale e Reggio con un parziale di 8-1 chiude il primo quarto sotto solo di un punto (13-12). L’inerzia del match sembra nelle mani delle ospiti, ma capitan Marchese si invola due volte in contropiede imitata da Davì e sul 19-12 Russo spende un’altra sospensione. Il parziale però non si ferma, diventa addirittura un 10-0 grazie alla giovanissima Scionti (25-12), arriva un tecnico per proteste a Costantino e un parzialino di 6-0 per la Viola che all’intervallo è sotto di 7 (25-18).

La musica cambia decisamente all’intervallo, il parziale ospite continua con un sontuoso 13-0 (19-0 complessivo considerando il secondo quarto). Guerrera con cinque punti personali riporta sotto le padroni di casa (30-31), ma viene lasciato troppo spazio a Melissari che con una tripla fissa il punteggio alla terza sirena sul 30-34.

Guerrera sotto canestro

Guerrera sotto canestro

La Rescifina ha ancora la forza con Guerrera e Marchese da tre punti di riportarsi avanti (35-34), poi un battibecco fra Costantino e Guerrera costa un doppio fallo tecnico alle due giocatrici, con la reggina che viene espulsa per somma di tecnici.

Amodeo è perfetta dalla lunetta, Melissari mette la tripla del 35-42, Malaja chiama timeout ma la pressione difenvisva frutta solo qualche palla recuperata. Escono Gaeta e Vento per cinque falli, si continua a segnare solo a gioco fermo, con Certomà che mette fine alla partita a 1’47” con la tripla del 40-52.

È il colpo letale per le speranze della Rescifina, il match termina 42-56 con il terzetto Amodeo, Melissari e Certomà in doppia cifra mentre per le padrone di casa le migliori scorer sono Marchese e Guerrera con 9 punti.

Tabellino
Rescifina Messina – Viola Reggio Calabria 42 – 56
Rescifina Messina: Mantineo n.e., Marchese 9, Scionti 4, Davì 6, Vento 3, Giordano n.e., Polizzi 1, Libro 6, Dama, Guerrera 9, Spadaro 4, Romeo n.e.
All: Malaja
Viola Reggio Calabria: Amodeo 13, Imeneo 2, Costantino 6, Certomà 14, Latella 2, Sergi n.e., Marrara n.e., Ambrogio n.e., Smorto, Melissari 15, Gaeta 2, Anechoum 2.
Arbitri: Giuseppa Catania e Antonio Alosi di Barcellona Pozzo di Gotto (ME)
Parziali: 13-12, 25-18 (12-6), 30-34 (5-16), 42-56 (12-22).
Uscite per cinque falli: Gaeta a 37’26”, Vento a 37’51”
Espulsa per somma di tecnici: Costantino a 32’15”

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti