La stracittadina in otto punti: il migliore attacco sfida la migliore difesa

Cascione e CarbonaroCascione in marcatura su Carbonaro (foto Marco Familiari)

Tantissimi gli spunti di interesse, anche statistici, della sfida di domenica, incrocio chiave in ottica primo posto. 

Caballero e Sabatino

Un contrasto aereo tra Caballero e Sabatino

CORSA PROMOZIONE – L’Acr arriva alla stracittadina da capolista con 43 punti, due in più dell’Fc (41) che ha però ancora una gara da recuperare, con il Roccella. Gelbison (39, una partita in meno) terzo incomodo tra le messinesi nella corsa alla promozione. Dodici vittorie, sette pareggi e due sconfitte nel ruolino della squadra di Novelli. Dodici successi, cinque “X” e tre ko per Giuffrida e compagni, collezionati con tre allenatori diversi: Gabriele, Rigoli e Costantino.

MOMENTO POSITIVO – Tre le vittorie consecutive per l’Acr che dopo il pari (0-0) con il Cittanova ha battuto Biancavilla, Rotonda e Acireale. L’ultima sconfitta a Rende, il 24 gennaio. Da lì 18 punti in 8 gare. Tre vittorie su quattro nel girone di ritorno anche per l’Fc, fermato sul 2-2 a Troina ma capace di superare San Luca, Dattilo e Santa Maria Cilento. A queste si aggiunge il recente 3-0 nel recupero con il Licata. Ad Acireale, lo scorso 17 febbraio, per 2-1, l’ultimo ko.

Cruz e Gille

Cruz in pressione su Gille: entrambi hanno salutato (foto Marco Familiari)

LE STRISCE – L’Acr ha costruito il suo primato trovando una certa continuità e infilando un filotto di quattro successi consecutivi, tra il 13 dicembre e il 6 gennaio, quando ha battuto in successione Roccella, Castrovillari, Dattilo e Paternò. Il Fc invece, ancora a causa di rinvii e recuperi, non ha mai collezionato più di due vittorie di fila, fermandosi sempre nel terzo match della serie contro Sant’Agata, Rotonda, Acireale e Troina. E la sfida con l’Acr arriva dopo le affermazioni con Santa Maria Cilento e Licata.

FATTORE “FRANCO SCOGLIO” – Ventisette punti per entrambe tra le mura amiche. In generale l’Acr, che ospiterà il confronto di domenica, non perde in casa dal 2 febbraio 2020, 0-1 contro il Marina di Ragusa. Zero in questo campionato le sconfitte, otto le affermazioni, tre i pareggi. Quasi percorso netto per l’Fc che ha vinto nove volte su dieci in casa, aggiudicandosi anche la stracittadina d’andata. L’unica battuta d’arresto è avvenuta al “Fresina” di Sant’Agata, scelto come campo della gara con il Rotonda, persa per 0-1 il 10 gennaio. In trasferta 16 punti per l’Acr, 14 per l’Fc.

Foggia e Alessandro Marchetti

Ciro Foggia e Alessandro Marchetti nella concitata ripresa

ATTACCHI – Foggia, con 12 reti, il bomber dell’Acr, vicecapocannoniere del campionato. Soltanto Terranova del Dattilo, a quota 13, ha fatto meglio. Arcidiacono e Addessi, con 5, gli altri migliori marcatori di squadra. Sono 36 i gol complessivamente messi a segno dagli uomini di Novelli, che vantano attualmente l’attacco più prolifico del girone I. L’Fc è andata a segno 28 volte. Il neo acquisto Lodi con 6 reti, tutte su punizione o rigore, è già il top scorer della rosa. Segue Caballero a 5.

DIFESE – Sono stati 16 i gol subiti dall’Acr in 21 partite. Appena tre al “Franco Scoglio”, i restanti 13 fuori. Otto i “clean sheet” casalinghi consecutivi per Lai e Caruso, visto che la squadra non subisce gol dal 2-2 con la Gelbison del 6 dicembre. L’Fc ha oggi la migliore difesa del campionato, con 13 gol al passivo in 20 apparizioni così distribuiti: cinque subiti in casa, otto in trasferta.

Caballero

Caballero in rete all’esordio dopo pochi minuti (foto Ciccio Saya)

I PIÙ PRESENTI – Gli under Cascione e Cretella, con 21 gettoni su 21, i più presenti nell’Acr. Seguono Foggia, Vacca, Bollino e Giofrè a 20. Il portiere Marone sempre impiegato dall’Fc, 20 su 20, il solo con il minutaggio completo. Diciannove apparizioni invece per Domenico Marchetti e Palma.

I PRECEDENTI – I recenti confronti sorridono alla squadra del presidente Arena. Il rigore di Caballero decise il match d’andata, vinto dall’Fc per 1-0. Era il 25 ottobre 2020. Nello scorso torneo, Dambros e un doppio Carbonaro siglarono invece il 3-0, in trasferta da calendario, il 3 novembre 2019. Lo stop per il Covid non consentì invece la disputa della sfida di ritorno.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva