La Passalacqua Ragusa esonera a sorpresa il tecnico Nino Molino

Nino Molino ha portato Ragusa a gara 5 per la conqusita dello scudetto

Nino Molino non è più l’allenatore della Passalacqua Ragusa. Con un breve comunicato la società iblea ha comunicato sul proprio sito ufficiale la clamorosa decisione. Il tecnico peloritano è stato sollevato dall’incarico nel pomeriggio di martedì dal presidente Gianstefano Passalacqua.
La squadra, che con la sconfitta di Vigarano è scesa in seconda posizione ma pienamente in lizza per la conquista dello Scudetto, è stata affidata alla coppia Recupido-Ferrara e nei prossimi giorni verrà comunicato il nome del nuovo allenatore.
Nel comunicato, la società biancoverde ha ringraziato Molino per l’apporto professionale e umano che ha contribuito in maniera determinante ai successi ottenuti in questi ultimi anni, che hanno portato la società stessa ai massimi livelli del basket nazionale.

Molino e Passalacqua

Molino e Passalacqua

Infatti il tecnico peloritano nel 2012-2013, dopo le qualificazioni per gli Europei 2013 a cui ha partecipato come assistente di Roberto Ricchini in Nazionale, ha assunto l’incarico di capo allenatore della Virtus. L’obiettivo, poi realizzatosi sul campo, è stato quello di costruire una squadra competitiva con un equilibrio tra giocatrici esperte e giovani. Con le iblee ha ottenuto nello stesso anno la promozione in Serie A1 con tre giornate d’anticipo ed è arrivato in finale della Coppa Italia di categoria.
Nella prima stagione di serie A1 (2013/14), ha terminato il campionato in seconda posizione, e, dopo aver sconfitto Umbertide in semifinale di play-off, ha giocato lo scudetto contro il Famila Schio. Dopo una lunga serie, giocata fino in fondo, deve cedere lo scudetto alla formazione veneta in gara-5, conclusasi con il punteggio di 68-54. La Passalaqua, dopo aver condotto i primi due quarti di gioco, arrivando ad un massimo vantaggio di 11 punti, dopo l’intervallo lungo, non continua con lo stesso ritmo, e a seguito di numerosi parziali a favore delle avversarie, si vede costretta a cedere la finale e lo scudetto, nelle mani del Famila Wuber Schio.
Nella stagione 2014-15, in serie A1, ancora sotto la sua guida, ribadisce la seconda posizione in campionato, arriva in finale di play-off ancora una volta contro il Famila Schio. La serie arriva a gara-5, partita condotta sempre in vantaggio, ma ribaltata dal Famila Schio nell’ultimo minuto di gioco e conclusasi con il punteggio finale di 69-66.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com