La Passalacqua Ragusa esonera a sorpresa il tecnico Nino Molino

Nino MolinoNino Molino ha portato Ragusa a gara 5 per la conquista dello scudetto

Nino Molino non è più l’allenatore della Passalacqua Ragusa. Con un breve comunicato la società iblea ha comunicato sul proprio sito ufficiale la clamorosa decisione. Il tecnico peloritano è stato sollevato dall’incarico nel pomeriggio di martedì dal presidente Gianstefano Passalacqua.
La squadra, che con la sconfitta di Vigarano è scesa in seconda posizione ma pienamente in lizza per la conquista dello Scudetto, è stata affidata alla coppia Recupido-Ferrara e nei prossimi giorni verrà comunicato il nome del nuovo allenatore.
Nel comunicato, la società biancoverde ha ringraziato Molino per l’apporto professionale e umano che ha contribuito in maniera determinante ai successi ottenuti in questi ultimi anni, che hanno portato la società stessa ai massimi livelli del basket nazionale.

Molino e Passalacqua

Molino e Passalacqua

Infatti il tecnico peloritano nel 2012-2013, dopo le qualificazioni per gli Europei 2013 a cui ha partecipato come assistente di Roberto Ricchini in Nazionale, ha assunto l’incarico di capo allenatore della Virtus. L’obiettivo, poi realizzatosi sul campo, è stato quello di costruire una squadra competitiva con un equilibrio tra giocatrici esperte e giovani. Con le iblee ha ottenuto nello stesso anno la promozione in Serie A1 con tre giornate d’anticipo ed è arrivato in finale della Coppa Italia di categoria.
Nella prima stagione di serie A1 (2013/14), ha terminato il campionato in seconda posizione, e, dopo aver sconfitto Umbertide in semifinale di play-off, ha giocato lo scudetto contro il Famila Schio. Dopo una lunga serie, giocata fino in fondo, deve cedere lo scudetto alla formazione veneta in gara-5, conclusasi con il punteggio di 68-54. La Passalaqua, dopo aver condotto i primi due quarti di gioco, arrivando ad un massimo vantaggio di 11 punti, dopo l’intervallo lungo, non continua con lo stesso ritmo, e a seguito di numerosi parziali a favore delle avversarie, si vede costretta a cedere la finale e lo scudetto, nelle mani del Famila Wuber Schio.
Nella stagione 2014-15, in serie A1, ancora sotto la sua guida, ribadisce la seconda posizione in campionato, arriva in finale di play-off ancora una volta contro il Famila Schio. La serie arriva a gara-5, partita condotta sempre in vantaggio, ma ribaltata dal Famila Schio nell’ultimo minuto di gioco e conclusasi con il punteggio finale di 69-66.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma