La Nuova Pallacanestro Messina lotta ma va ko a Catanzaro. Tre in doppia cifra

Mastria CatanzaroLa Mastria Catanzaro esulta a fine gara

Sconfitta in trasferta la Nuova Pallacanestro Messina, che cede 72-64 ai padroni di casa della Mastria Catanzaro. La formazione peloritana ha giocato una gara sottotono e non è riuscita a rientrare nel match nonostante non abbia mai mollato. Nel prossimo turno il ritorno fra le mura amiche del PalaTracuzzi per affrontare nel derby il Basket School.

Nuova Pallacanestro Messina

La Nuova Pallacanestro Messina in lunetta a Catanzaro

Il primo punto del match è un libero di Pierleoni e sarà anche l’unico vantaggio esterno della serata, Whatley coglie l’offensivo sul secondo tiro e subisce fallo ma fa 0/2,  Perriere impatta sul 2-2 con un altro libero, Catanzaro va sul 6-2, il primo canestro dal campo è di Fernandes Barroca per il 6-4, Maddaloni converte bene un assist sotto canestro replicando con un bel movimento spalle a canestro per il 10-8. Fernandes va fino in fondo per il 12-10 ma Catanzaro chiude con un 5-0 che vale il 17-10 di fine primo quarto.

Segna capitan Salvatico per il 17-12, è un buon momento per la Nuova Pallacanestro che si riporta a contatto con Nicolini che in penetrazione segna il 19-18 costringendo al timeout coach Di Martino quando sono trascorsi due minuti del secondo parziale. A 4’50’’ timeout ospite perché Catanzaro allunga sul 27-20, gran canestro di Guadalupi con arresto e uso del piede perno per il 27-22, Perriere mette la tripla del -3  (30-27) e converte un rimbalzo offensivo sull’errore di Fernandes per il 32-29. Si va al riposo lungo sul 34-29.

Nuova Pallacanestro Messina

Steven Perriere miglior marcatore per la Nuova Pallacanestro Messina

Terzo quarto di sofferenza, 4-0 casalingo per il 38-29, un recupero difensivo lancia Fernandes per il 38-31, ancora Perriere per il 40-33 e il 40-35, Catanzaro allunga 45-36 ed arriva il minuto chiesto da coach Manzo quando manca 1’54’’ alla fine del parziale, Whatley mette due liberi e un canestro da sotto ma alla penultima sirena padroni di casa ancora a +10 (52-42). Massimo vantaggio casalingo con la tripla del 55-42. Poi antisportivo su Fernandes che fa 2/2, sul successivo possesso gran assist del portoghese che premia il taglio di Whatley, che segna in sottomano rovesciato e poi mette due liberi riducendo il divario a 7 punti (55-48).

Catanzaro con un parziale di 7-1 allunga decisamente a sei minuti dalla fine (62-49), Perriere segna in tap in ma Catanzaro vola a +14. Con la pressione Messina recupera qualche pallone riportandosi a -7, Guadalupi sporca un pallone e vorrebbe la rimessa, l’arbitro è di altro avviso e punisce la protesta con un fallo tecnico (69-61 a 1’51’’), la tripla di Vasilevskis vale il -5 (69-64), ma non c’è tempo per rientrare in gara nonostante gli sforzi.

Tabellino: Mastria Catanzaro – Nuova Pallacanestro Messina 72-64
Mastria Catanzaro: Rotundo 5, Corapi M. ne, Fall 7, Procopio 18, Brugnano ne, Agosto ne, Sereni 15, Shvets 7, Mastria 6, Mavric 10, Corapi R. ne, Calabretta 4. Allenatore: Di Martino.
Nuova Pallacanestro Messina: Salvatico 5, Vasilevskis 3, Fernandes Barroca 10, Perriere 20, Guadalupi 2, Whatley 13, Pierleoni 5, Maddaloni 4, Lo Iacono, Nicolini 2. Allenatore: Manzo. Assistente: D’Arrigo.
Parziali: 17-10, 17-19 (34-29), 18-13 (52-42), 20-22 (72-64).
Arbitri: Antonio Caputo di Lamezia Terme (CZ) e Denis Paludi di Rende (CS).