La Messana pregusta la vittoria nel derby. Cardia la riacciuffa al 94′

Cardia (Città di Messina)

Il Città di Messina si sveglia troppo tardi e porta a casa solo un punto dal derby con la Messana. Ai giallorossi è servita una perla su punizione di Cardia al 94′ per riacciuffare il pareggio dopo un intero secondo tempo disputato in dieci uomini. Gli ospiti trovano il vantaggio al 17′ con l’ex Buda, bravo a sfruttare un errore in fase di disimpegno di Iovine e mandare la palla sotto l’incrocio con un preciso diagonale. La squadra di Bellinvia, all’esordio,prova a reagire ma al 52′ resta in dieci uomini per l’espulsione di Fragapane, autore di un colpo proibito ai danni di un avversario. Il Città di Messina butta il cuore oltre l’ostacolo e, dopo aver rischiato su un contropiede di Buda, prova ripetutamente a bucare la porta difesa da Arigò. Amante e Cardia ci tentano ripetutamente senza però riuscire a trovare la rete. Alla fine ci pensa il centrocampista ex Igea Virtus a scrivere l’1-1 finale con una pennellata su punizione che non lascia scampo al portiere avversario.

Cronaca

Al suo primo match da allenatore del Città di Messina, Santino Bellinvia affida la porta a Simoni, in difesa Iovine, Leo, Bombara e Fragapane. Al centrocampo parte dal primo minuto il classe ’98 Alessandro, Arena e Cardia completano il reparto. In attacco il rientrante Arigò forma il tridente con Amante e Codagnone. I calciatori entrano in campo con una maglietta dedicata al tecnico Nello Basile, attualmente ricoverato al Papardo dopo l’incidente della scorsa settimana.

La prima occasione della gara è del Città di Messina. Al 2′ Codagnone lascia partire una conclusione potente dopo l’assist di Cardia, Arigò si fa trovare pronto. Al 4′ Cannuni, in sospetta posizione di offside, manca di un soffio l’appuntamento con la deviazione su cross di Buda. Al 17′ la Messana trova il vantaggio, Iovine regala palla a Buda che si invola sulla corsia di sinistra e manda la palla sotto l’incrocio con un preciso diagonale. Al 24′ lo stesso Iovine è costretto ad alzare bandiera bianca per infortunio, al suo posto Mancuso. Al 27′ Amante prova la reazione, ma il suo tiro è troppo debole. Il Città di Messina tenta di alzare il baricentro senza però riuscire a rendersi pericoloso.

Nel secondo tempo la partita si fa ancora più in salita per i padroni di casa. Al 52′ Fragapane rimedia il cartellino rosso per un colpo proibito ai danni di un avversario. La Messana prova al 57′ prova ad approfittare della superiorità numerica con un contropiede finalizzato da Buda, Simoni è bravo a mandare in corner. Due minuti dopo risponde Amante con una girata che finisce sul fondo. Al 65′ buona occasione per Cardia che si vede però rimpallare la sua conclusione dalla difesa avversaria per due volte consecutive. Il Città di Messina  continua a spingere grazie anche all’ingresso di Libro e Ginagò, rispettivamente per Codagnone e Arena. All’88′ ci prova Amante dalla distanza, blocca Arrigo. La sconfitta sembra materializzarsi, ma al 94′ Cardia trova il pareggio con una punizione perfetta che non lascia scampo al portiere avversario.

Esultanza Città di Messina

Esultanza Città di Messina

Il Città di Messina limita i danni in una partita dove sicuramente non brilla. Il pareggio permette a Mancuso e compagni di tenere un punto sotto la Messana in attesa della gara di domani che vedrà la Jonica impegnata a Merì. Intanto,  la capolista Camaro allunga il proprio vantaggio a sette lunghezze. Nel prossimo turno i giallorossi saranno di scena ancora una volta al Garden Sport per far visita al Messina Sud.

Il tabellino

Città di Messina – Messana 1-1

Marcatori: 17′ Buda (M), 94′ Cardia (CdM)

Città di Messina: Simoni, Iovine (24′ Mancuso), Bombara, Alessandro, Leo, Fragapane, F. Cardia ., Arena (60′ Ginagò), Codagnone (67′ Libro), Arigò, Amante. Allenatore: Santino Bellinvia

Messana: Arrigo, Broccio, Gentilesca, Santamaria (75′ Brancati), Alibrandi (42′ Morgante), Angrisani, Gazzetta, Cardia, Cannuni, Buda (84′ Nizzari). Allenatore: Michele Lucà

Arbitro: Salvatore Battiato di Acireale Assistenti: Dario Fanciullo e Mario Grasso di Acireale

Ammoniti: Gentilesca, Santamaria, Gazzetta,  Nizzari (M), Fragapane (CdM)

Espulsi: Fragapane (CdM)

Recupero: 2′pt, 5′st

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti