La Mens Sana Siena confida sull’apporto del pubblico contro Barcellona

Mens Sana Siena

Occasione riscatto per una lanciata Mens Sana Siena contro La Briosa Barcellona che all’andata al PalAlberti s’impose per 70-67. La compagine senese è reduce dal blitz di Casale Monferrato che ha proiettato i ragazzi di coach Alessandro Ramagli in quarta posizione. Appuntamento al PalaEstra per ottenere l’ottavo successo stagionale su nove gare disputate ma nell’ambiente senese la sensazione è che non si tratterà di una passeggiata.
“Contro Barcellona dovremo avere un buon approccio in una partita molto importante, che darebbe una spinta significativa al nostro modo di affrontare questo campionato, anche contro le squadre che ci seguono in classifica- è il pensiero dell’head coach toscano-. È una squadra che fa perno su due americani, Lenzelle Smith che non incontrammo all’andata perché reduce da un infortunio, e David Loubeau, un giocatore che ha la capacità di produrre punti in post basso, il migliore nel campionato per questo tipo di statistica. Un mix di esperienza e gioventù in quintetto base, con Centanni e Fallucca che sono due giocatori giovani ma che hanno già vissuto esperienze importanti in queste categorie, e Franco Migliori nel ruolo di quattro e che dà al campo di Barcellona una dimensione diversa rispetto al girone di andata. Poi Maccaferri dalla panchina, insieme a Capitanelli, a Bianconi. Una squadra che è tuttora vivissima. La nostra settimana è stata complicata da problematiche fisiche, con le situazioni che hanno riguardato Udom e Diliegro. Dovremo tenere alto il livello di attenzione perché sarà una partita molto difficile. Non dovremo guardare la classifica, ma guardare negli occhi gli avversari che domenica dopo domenica ci si presenteranno di fronte”.

Alessandro Ramagli (Siena)

Alessandro Ramagli (Siena)

Tra i giocatori Darryl “Truck” Bryant ha analizzato la gara: “Quella con Barcellona sarà una partita molto difficile, al di là di quello che può dire la classifica. Abbiamo voglia di vendicare la sconfitta dell’andata, ma per farlo dovremo scendere in campo con l’atteggiamento giusto fin da subito. Giochiamo in casa e la spinta del nostro pubblico sarà un’arma in più, per l’energia che riesce a trasmettere ogni partita”.

Commenta su Facebook

commenti