Pareggio a reti bianche tra Forense e Palermo. Appuntamento alle finali nazionali

Polisportiva Forense Zancle

Finisce in parità il big match del Marullo che ha visto di fronte la Forense Zancle Messina ed il Palermo, formazioni entrambe già qualificate come prima e seconda forza del girone eliminatorio del Campionato Nazionale Forense. Partita gradevole, seppure disturbata dal forte vento. Primo tempo molto equilibrato con una palla gol a testa. Comincia bene la Zancle al 18′ del primo tempo con il rientrante Todaro, oggi tra i migliori in campo, che allarga sulla destra per Dalmazio che dal limite, di esterno destro, impegna severamente il portiere rosanero, che respinge corto ma gli aventi giallorossi non sono lesti a ribattere in rete. Alla mezz’ora punizione dal limite dell’area per il Palermo: la folta barriera peloritana devia la palla, ma l’estremo difensore Cecere blocca a terra da par suo. Nella ripresa maggiore predominio della formazione di casa che, attorno al quarto d’ora intensifica il suo pressing e crea due occasioni in rapida successione sempre col generoso Lombardo, che prima all’altezza del dischetto invece di servire l’accorrente Brancati, solo in area, tenta una rovesciata che si rivela facile preda del portiere e poi sul cross di Barbera non inquadra la porta. Da segnalare nel finale gli esordi di Consolo e Straface. La Zancle termina il girone di qulificazione al secondo posto con un ottimo ruolino casalingo contraddistinto da 7 punti, rimanendo imbattuta e con la rete inviolata nel fortino del Marullo. Dalla prossima settimana i forensi intensificheranno la preparazione per preparare al meglio le fasi finali in programma dal 5 al 12 giugno ad Otranto (Le).

Polisportiva Forense Zancle

La Polisportiva Forense Zancle

Commenta su Facebook

commenti