La Desi Shipping Messina chiude l’andata con il ko di San Giovanni in Marignano

Akademia Sant'AnnaL'Akademia Sant'Anna ha chiuso il girone di andata

Chiude con una sconfitta per 3-0 il proprio girone d’andata la Desi Shipping Akademia Messina che, in casa della big Omag-Mt San Giovanni in Marignano, offre una prova di grande carattere e orgoglio ma non riesce ad evitare la sconfitta nell’ultima trasferta del proprio 2022. Anche in questa occasione la squadra di coach Breviglieri raccoglie meno di quanto avrebbe meritato: su un campo caldissimo e contro una corazzata (ora in seconda posizione in virtù della concomitante sconfitta di Soverato in casa di Montecchio). Dopo un primo set da dimenticare Muzi e compagne giocano una bella pallavolo, rispondendo ai continui strappi della squadra di casa e costringendo le ragazze allenate da Barbolini a sudare le proverbiali sette camicie pur di regolare le messinesi e portare a casa l’intera posta in palio.

Akademia Sant'Anna

La palleggiatrice Margherita Muzi in battuta

Nella prima frazione partono fortissimo le emiliane, che si portano avanti 4-0 grazie all’ottimo turno in battuta della Turco (per lei anche un ace), costringendo Messina all’immediato time-out. La bellissima difesa della Faraone su Perovic permette a Messina di andare a segno per la prima volta, ma il mani-out della Bolzonetti (scatenata in questo frangente di gara) vale il nuovo +4 per la Omag-Mt che, nonostante la Desi Shipping tenti di rimettersi in carreggiata, difende con ordine ed attacca con determinazione allungando anche nel punteggio (11-4 e secondo time out per la squadra ospite). L’Akademia tenta anche di mischiare le carte in campo inserendo la Silotto al posto della Pertens ma la musica non cambia: San Giovanni continua a premere sull’acceleratore e, ogni volta che Akademia riesce a rosicchiare qualche punto, ricaccia le ospiti indietro aumentando anche il margine di vantaggio (20-10). Sul finale di set buon break di Messina che ne fa 4 di fila e prova ad accorciare le distanze, ma la squadra di coach Barbolini non si scompone e riprende in mano le redini del gioco, trovando i punti necessari ad archiviare la pratica del primo set (25-14).

Akademia Sant'Anna

L’organico dell’Akademia Sant’Anna in posa in Emilia

Il muro della Ebatombo sulla Bolzonetti regala il vantaggio per Messina ad inizio del secondo set. La squadra di casa non ci sta e nel giro di qualche scambio sorpassa e allunga sulle messinesi fino al +4 (6-2 e time out speso da Breviglieri). Continua, però, l’ottimo turno al servizio della Bolzonetti e per le marignanesi arriva il nuovo massimo vantaggio (9-2). La Desi Shipping prova a scuotersi e riesce a piazzare un break importante che vale il prezioso ritorno sulle avversarie fino al -3 (12-9). La Omag-Mt, allora, tenta di ricacciare indietro le siciliane ma, questa volta, Muzi e compagne appaino più determinate e si avvicinano ulteriormente, costringendo le locali al primo time-out del match (13-11). Il risultato è quello sperato e le marignanesi trovano subito i punti utili per allungare nuovamente sule ospiti fino al +4 (15-11). La Ebatombo mette le mani a muro sull’attacco della Perovic e da il là al nuovo strappo delle sue, che si portano sul -1 (15-14). La Bolzonetti tiene per mano la squadra di casa (per lei 19 punti a fine match) e la riporta fino al nuovo +4 mettendo a segno anche un ace, risultato che determina il nuovo time out per la panchina ospite. Al rientro in campo il libero in maglia Akademia piazza due colpi difensivi superlativi e propizia il nuovo break per le sue, che si portano ancora una volta sotto di 2, trasformato nel -1 qualche scambio dopo con il punto della Ebatombo (23-22 e time out chiamato da coach Barbolini). Al rientro in campo la Perovic trova il mani out che vale il primo set point per le sue, annullato dal muro della Mearini ma, nell’azione successiva, la montenegrina in maglia Omag-Mt mette a terra la palla che regala il secondo tiratissimo set alla squadra di casa (25-23).

Akademia Sant'Anna

Barbara Varaldo prova a superare il muro

L’Akademia parte bene anche all’inizio del terzo parziale e si porta avanti 2-0, ma lo strappo viene subito ricucito dalle ragazze di casa che, dopo l’aggancio, riescono anche ad allungare fino al +3 (7-4 e primo time out del terzo set per la panchina messinese). La Desi Shipping rientra in campo con il piglio giusto ed aggancia le avversarie che, però, strappano ancora una volta fino al nuovo prezioso +3 (11-8) che resiste per diversi scambi. Messina gioca con grande determinazione e, rendendosi protagonista di alcuni bellissimi scambi, piazza 2 punti in successione che valgono il nuovo -1 e costringono coach Barbolini a spendere il time out (14-13). Il risultato non è quello desiderato ed Akademia ne piazza altri due che valgono prima l’aggancio e poi il bel sorpasso sulla squadra di casa (14-15) che, però, non ci sta e, nonostante in diverse occasioni la Faraone trovi dei bei colpi utili a mantenere avanti le sue, riesce a scardinare la difesa ospite ed allungare nuovamente sull’importantissimo +3 (19-16 e time out per Messina). Al rientro in campo le riminesi non accennano a rallentare e si portano fino al rassicurante +5 che indirizza il match definitivamente in favore di San Giovanni in Marignano fino al finale di 25-20 che vale il 3-0.

Omag-Mt San Giovanni in Marignano-Desi Shipping Akademia Messina 3-0 
Parziali set: 25-14, 25-23, 25-20. Durata set: 21’, 29’, 31’.
Omag-Mt San Giovanni in Marignano: Perovic 14, Biagini ne, Bolzonetti 19, Salvatori ne, Cagnini 0, Rachkovska 9, Covino ne, Saguatti (L) 0, Parini 4, Aluigi ne, Turco 3, Caforio (L) 0, Babatunde 7. All Barbolini, Ass. Zanchi.
Desi Shipping Akademia Messina: Varaldo 0, Catania ne, Ciancio (L) 0, Composto 4, Martilotti 7, Mearini 6, Muzi 1, Brandi 0, Silotto 3, Pertens 4, Ebatombo 14, Faraone 0. All. Breviglieri, Ass. Ferrara.
Arbitri: Antony Giglio e Marco Pernpruner, entrambi di Trento.
Mvp: Alice Turco.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.