La Costa va in vacanza col sorriso. Condello: “Stagione fantastica per noi”

Palla a due Costa-Ortona

L’ultima gara dell’anno della Costa d’Orlando finisce con una sconfitta a testa altissima, arrendendosi al “PalaValenti” di Capo d’Orlando per 73-79 alla corazzata Ortona dopo una partita divertente e costellata da continui break e alti e bassi da ambo le parti. Si chiude quindi una stagione che per i colori biancorossi difficilmente verrà dimenticata nell’anno del noviziato in serie C Nazionale per il team del presidente Giuffrè che ha voglia di continuare a crescere ed affermarsi nel panorama cestistico nazionale. Il tecnico Giuseppe Condello, uomo guida del progetto, analizza gli ultimi quaranta minuti stagionali giocato contro una grande squadra che meritatamente ha ottenuto la promozione in serie B.
“Ci abbiamo provato fino all’ultimo, giocando bene nel primo tempo e sopperendo ad un terzo quarto disgraziato che ci ha visto sprofondare a meno venti. Ottima la reazione d’orgoglio dei ragazzi che ha fatto divertire il pubblico, peccato sul meno quattro l’errore in transizione di Dominguez. Molte le palle vaganti che ci hanno punti ma va bene così”.
Spazio meritato nel quintetto per tutti quegli atleti che nel corso dell’anno hanno giocato meno ma lavorando duro hanno meritato la considerazione del tecnico paladino.
“Ho voluto premiare Crisà il nostro undicesimo. L’obiettivo è portare avanti gli orlandini e nel quintetto l’unico oriundo era Rodriguez, vogliamo premiare i ragazzi di Capo d’Orlando, il progetto è decennale ed è solo all’inizio. Partiremo da loro per creare giocatori futuribili per la prima squadra”.

Azione di Costa-Ortona

Azione di Costa-Ortona

I complimenti vanno di diritto agli avversari che hanno dominato il Girone F e sono saliti di categoria. Il plauso di Condello.
“Loro hanno tutti gli ingredienti per fare bene, in primis una grande allenatore come Sorgentone. E stata allestita per vincere, merito a loro, sono una grande società e ottimo roster. Ne sentiremo parlare in futuro. Resta comunque per noi una stagione fantastica”.
La We’re Basket porta la città di Ortona in serie B, traguardo prefissato ad inizio anno e saggiamente ottenuto da coach Sorgentone e i suoi ragazzi. Questo il commento dell’allenatore abruzzese.
Abbiamo chiuso un percorso con sole due sconfitte, una in casa e l’altra in trasferta e poi abbiamo sempre vinto e convinto. Quello che questa squadra è stata capace di mettere in campo lo ha fatto vedere oggi, eravamo intenti a festeggiare ma non ci stavamo a perdere la gara. Ho vista l’intensità giusta, i ragazzi hanno meritato”.
Stagione da incorniciare per gli ospiti che raramente durante l’anno hanno allentato la tensione e concesso solo le briciole agli avversari.
“Come ogni squadra che noi avevamo i nostri problemi però abbiamo lavorato tanto e trovato un equilibrio ed un modo di giocare che volevamo. La squadra è forte come molte alte squadre del nostro girone come Falconara, Campli ed altre tre che valgono la B. Siamo stati molto bravi”.

Costa-OrtonaCon la massima esperienza in suo possesso coach Sorgentone è in grado di dire cosa attende Ortona nel prossimo futuro.
“Ho attraversato qualche decennio, la pallacanestro non consente di fare previsioni a lungo termine. Non si sanno i gironi e le norme, tutto è in dubbio. In estate cambia la mappatura della nostra pallacanestro. Vengo da una pallacanestro molto seria ed oggi fatica a capire questa pallacanestro”.

Commenta su Facebook

commenti