La Cittadella Universitaria tra le strutture cardio-protette di Messina

Domenica 15 novembre, alla Cittadella Sportiva Universitaria di Messina, si è tenuto un corso di formazione rivolto ad oltre 40 collaboratori del CUS Unime, finalizzato all’ottenimento del titolo di esecutore BLS-D (Basic Life Support Defibrillation û Supporto di base delle funzioni vitali e defibrillazione). Il corso, tenuto dal personale specializzato de La Feluca Srl, è stato fortemente voluto dal Centro Universitario Sportivo per permettere a tutti i collaboratori sportivi che operano all’interno dei propri impianti sportivi di essere edotti ed aggiornati in merito attività di primo soccorso.

Cittadella1

La piscina scoperta della Cittadella Universitaria

Gli operatori del CUS Unime sono stati formati, dunque, per quanto riguarda le pratiche di primo soccorso, ed hanno ottenuto l’abilitazione all’utilizzo del defibrillatore. La giornata di formazione, inoltre, si pone come conclusione di un più ampio progetto di rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza da parte del CUS Unime. Proprio nei giorni scorsi, infatti, gli impianti della cittadella sono stati dotati di altri due defibrillatori che si aggiungono a quello già esistente. Inoltre, venerdì scorso, presso il Palazzo dei Congressi del Policlinico Universitario “G. Martino” di Messina, nell’ambito dell’iniziativa “Progetto cuore per Messina”,  presentato nel corso del “2° Meeting Giornate dello Stretto”, è  stato donato un ulteriore defibrillatore al CUS Unime.

La Cittadella Sportiva Universitaria completa, così, il processo per diventare una struttura “cardio-protetta” come poche in città, dotandosi di personale adeguatamente formato e di tutte le strumentazioni necessarie per rispettare a pieno le normative vigenti ed assicurare a tutti gli utenti  alti standard di sicurezza.

Commenta su Facebook

commenti