La Cestistica attende la ratifica della FIP. È pronto l’organico della nuova serie B

Attesa conferenza della Nuova Cestistica

Parte il cammino della nuova realtà di Barcellona Pozzo di Gotto, la Nuova Cestistica, che ha informato che in sole 48 ore ha espletato con successo tutte le procedure di iscrizione al prossimo campionato di Serie B. La FIP ha infatti ufficializzato il cambio di denominazione e il trasferimento di sede sociale, passaggi formali decisivi per ottenere il placet finale dalla Federazione. Come per tutte e 64 le Società dei quattro gironi, la Nuova Cestistica riceverà infatti la ratifica da parte del Consiglio Federale circa la partecipazione al prossimo campionato di terza serie. Martedì l’Au Aurelio Coppolino parlerà in conferenza stampa e presenterà il progetto sportivo e tutte le iniziative collaterali.

Progetto tecnico biancoverde che è stato ufficialmente affidato a Giovanni Perdichizzi (SportLab Agency). Il protagonista della scalata dalla C2 all’A2 dal 1993 al 2000 della disciolta Cestistica Barcellona guiderà per le prossime due stagioni la società siciliana che punta in alto (dapprima i playoff ma potrebbe alzare gradualmente l’obiettivo). Bisognerà aspettare sabato 14 luglio in Aula Consiliare a Barcellona per la conferenza stampa del nuovo tecnico che verrà presentato insieme all’intero staff tecnico che lo coadiuverà.

Giovanni Perdichizzi in conferenza stampa

Sul fronte iscrizioni la Lega ha relazionato che le stesse sono state chiuse nella serata di lunedì in vista del campionato di serie B 2018-19. Già formalizzata la rinuncia del Basket Barcellona con il relativo ripescaggio di Olginate, l’eventuale ma molto probabile rinuncia di Rimini (dopo l’acquisto del titolo della Vis Nova Roma) riaprirà le porte della serie B alla Robur et Fides Varese, seconda riserva dietro il club lecchese. Le altre 62 aventi diritto dovrebbero aver perfezionato le pratiche relative all’iscrizione compresa la Nuova Cestistica Barcellona Pozzo di Gotto che ha da poco acquisito il titolo della Viola Reggio Calabria.

Commenta su Facebook

commenti