La Betaland inizia il suo 2016 in casa della lanciata Pistoia

Il quintetto della Betaland Orlandina

Relegata all’ultimo posto in classifica condiviso con Torino (ma con l’1-0 negli scontri diretti), la compagine paladina ha l’obbligo di provare a dare una svolta al suo campionato e a cercare punti in Toscana.

L’esordio di Gennaro Di Carlo, nuovo coach della Betaland Capo d’Orlando (ha preso il posto di Giulio Griccioli) non sarà tra i più semplici. Domenica (ore 18.15 al PalaCarrara), a Pistoia, infatti, Capo d’Orlando affronterà una delle sorprese assolute della serie A, su un parquet caldissimo. Indietreggiata all’indietro come un gambero sino all’ultimo posto in classifica (condiviso con Torino col quale però vanta l’1-0 negli scontri diretti), adesso la Betaland ha l’obbligo di provare a dare una svolta alla stagione e a cercare punti in ogni gara.
In questo senso, proprio Di Carlo suona la carica e dimostra di crederci. “Abbiamo costruito questa squadra scegliendo i giocatori oculatamente uno per uno – ha detto il coach ­ il giorno della presentazione-  e credo in ognuno di loro in maniera assoluta. Nel nostro gioco c’è stata un’involuzione e avremmo potuto avere qualche punto in più degli otto che abbiamo. Faremo il possibile per salvarci, ma intendiamo svoltare senza rinnegare ciò che si è fatto di buono”. Insomma, si guarda al futuro cercando di capitalizzare il patrimonio costruito in un anno e mezzo da Griccioli.

Commenta su Facebook

commenti