L’UCI ha deciso: la Astana di Nibali resta nel Pro Tour

Nibali in visita in Kazakistan
Per lo "squalo dello Stretto" uno splendido sorriso ed il pollice alzato

Per lo “squalo dello Stretto” uno splendido sorriso ed il pollice alzato

L’UCI, Unione Ciclistica Internazionale, divide le formazioni in tre diverse categorie: Pro Tour, Professional e Continental. Le squadre vengono divise in base a delle caratteristiche ben precise, con parametri che fanno riferimento ad atleti, risultati conquistati, budget e codice etico.
La massima categoria è il Pro Tour, che permette alle squadre che ne fanno parte la partecipazione a tutte le grandi gare del calendario mondiale. La Astana è inserita nelle liste Pro Tour da qualche anno, ma per il rinnovo della licenza 2015 ha dovuto fare i conti con i due casi di doping; entrambi hanno visto coinvolti i fratelli Iglisnky.
In prima istanza la richiesta della Astana è stata rigettata. La formazione kazaka ha subito presentato ricorso. La commissione UCI ha rivalutato i documenti della Astana, dando il lascia passare per una licenza Pro Tour.
Per i kazaki un grosso sospiro di sollievo: una mancata licenza avrebbe consentito a tutti i migliori ciclisti della rosa di potersi accasare in altre società. Con l’annessione al Pro Tour nessuno si muoverà dalla Astana, a partire da Vincenzo Nibali. Il ciclista messinese ha sempre contestato i due compagni di squadra coinvolti nei casi di doping, ma a sua volta, Nibali ha sostenuto la squadra, credendo sino all’ultimo nell’inserimento della Astana nelle liste Pro Tour.

Nibali prima della partenza

Nibali prima della partenza

Adesso il vincitore dell’ultimo Tour de France potrà concentrarsi appieno alla nuova stagione. La Astana è già al lavoro in Spagna, a Calpe, per preparare la stagione 2015.

The following two tabs change content below.
Giuseppe Girolamo

Giuseppe Girolamo

Giornalista sportivo, iscritto all'OdG della Sicilia. Appassionato di ciclismo!

Commenta su Facebook

commenti