Juventus e Napoli sono pronte al big-match: si rinnova una sfida infinita

Cristiano RonaldoCristiano Ronaldo in lacrime dopo la prima espulsione in Champions (foto Ansa)

Volge al termine il countdown per il big match di sabato 29 settembre allo Juventus Stadium tra i bianconeri padroni di casa ed il Napoli di mister Carlo Ancelotti. Le due squadre sono divise da appena tre punti dopo sei giornate di campionato e in attesa dei consigli de il vero gladiatore delle scommesse si è scatenato il tam tam su quello che potrà essere il risultato della partita.

Massimiliano Allegri

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri (foto Ansa)

La Juventus di Massimiliano Allegri arriva alla gara forte di sei vittorie su sei in campionato, alla quale va aggiunta l’affermazione esterna in Champions League contro il Valencia. Un cammino perfetto che dimostra l’altissima qualità della rosa a disposizione dell’ex tecnico del Milan, grazie ad acquisti del calibro di Emre Can, Cancelo e soprattutto Cristiano Ronaldo. Una squadra completa, fortissima dal punto di vista tecnico e fisico, che può e deve puntare a vincere tutto, in particolar modo quella Champions League che manca ormai da troppi anni. I bianconeri dovranno fare a meno di Douglas Costa e Khedira, alle prese con un problema fisico, ma potranno contare sul ritrovato Dybala, in gol nell’ultima gara di campionato contro il Bologna di Pippo Inzaghi. Grande attesa per il primo big match italiano di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus. Il portoghese è a quota tre gol in campionato e punta a segnare contro il Napoli per regalare la vittoria alla Juventus ed ai suoi tifosi.

Aurelio De Laurentiis

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (foto Ansa)

Il Napoli di Ancelotti, invece, è a quota 15 punti con cinque vittorie ed una sola sconfitta – quella subita in trasferta contro la Sampdoria – in questo inizio di campionato. Dopo l’addio di Sarri in tanti pensavano ad un ridimensionamento della squadra partenopea. L’arrivo di Ancelotti all’ombra del Vesuvio, uno degli allenatori più vincenti della storia, ha regalato al Napoli una nuova dimensione e nelle ultime gare la squadra ha dimostrato di aver già assimilato i dettami tattici dell’ex tecnico del Real Madrid. Mister Ancelotti sta optando per un 4-4-2 che sta regalando equilibrio e verticalità alla squadra, che può contare sulla verve offensiva di un Lorenzo Insigne forse mai così decisivo come in questo inizio di campionato.

Milik

Milik celebra la rete realizzata dal Napoli contro il Parma (foto Ansa)

Per la gara dell’Allianz Stadium il tecnico emiliano dovrà fare i conti con il problema dell’abbondanza. Dopo la vittoria schiacciante col Parma, infatti, l’ex PSG ha dichiarato che dovrà pensarci bene prima di decidere quale formazione migliore schierare visto che tutta la rosa sta dando le risposte sperate. Le certezze si chiamano Kalidou Koulibaly, Allan, Insigne e Callejon, tenuto a riposo nell’ultima gara di campionato. Sarà comunque molto difficile tenere fuori Fabian Ruiz. Lo spagnolo ex Betis Siviglia ha avuto un notevole impatto nel campionato italiano e sta dimostrando di avere ottime qualità tecniche e fisiche. Doti che potrebbero convincere Ancelotti a schierarlo titolare nella prossima gara. I partenopei proveranno così a tenere viva la lotta con la lanciatissima Juventus, che già pregusta l’ottavo scudetto consecutivo e la possibilità di macinare ulteriori record.

Commenta su Facebook

commenti