Igea Virtus, Scibilia guarda oltre: “Il Messina è il passato, pronti per Palmi”

Igea VirtusI sostenitori dell'Igea Virtus (foto Nino La Macchia)

Niente distrazioni. L’Igea Virtus vuole continuare il proprio magic moment in quel di Palmi, per un avvio di stagione assolutamente positivo. Chi credeva in una compagine giallorossa in difficoltà dopo la tribolata estate ha avuto immediatamente una pronta risposta. A Gela la squadra di Carmelo Mancuso ha portato via un ottimo pareggio, ma è nell’ultimo turno che l’Igea ha mandato in visibilio il “D’Alcontres”. Battere l’ACR Messina con un inequivocabile 3-0 era difficile da ipotizzare anche per il tifoso più ottimista, ma adesso serve tornare con i piedi per terra prima di incappare in brutte sorprese.

Martino Scibilia

Il dg dell’Igea Virtus Martino Scibilia

Questo pensiero, però, non sembra turbare più di tanto il direttore generale Martino Scibilia, il quale non ha dubbi sulla maturità mentale di questa Igea Virtus: “Abbiamo dimenticato il successo con il Messina già il giorno dopo. E’ stata una grande soddisfazione battere una squadra così blasonata, che rappresenta una fetta importante di storia del calcio siciliano, è stata una grande domenica per tutti i tifosi barcellonesi però questo non cambia le cose. Noi dobbiamo continuare a vivere partita dopo partita, affrontando ogni gara con la massima serenità e voglia di lottare su ogni pallone”.

Lancia

Il barcellonese Lancia ha chiuso il trionfo igeano nel derby (foto Nino La Macchia)

Un inizio di stagione positivo, ma adesso arriva la trasferta in casa della Palmese per quello che sulla carta appare uno scontro salvezza: “Il campionato è appena partito – ha sottolineato Scibilia –, è prematuro assegnare un target alle squadre, dire se quello di domenica sarà o meno uno scontro salvezza. Per quanto ci riguarda è chiaro come il nostro obiettivo sia la permanenza in questa categoria, ma siamo ancora all’inizio del torneo ed è difficile fare previsioni”.

Igea Virtus

L’Igea Virtus celebra una delle tre reti realizzate contro il Messina

Intanto la rosa si fa sempre più numerosa, dal momento che in prova c’è l’esterno colombiano Nicolas Asprilia, nipote di Faustino che negli anni ’90 fece grande il Parma: “E’ un elemento che da qualche giorno si allena con noi, spetterà al mister l’ultima parola sull’eventuale tesseramento”. L’organico però non dovrebbe registrare ulteriori novità, almeno a sentire il dirigente giallorosso: “Capisco che ci possano essere persone a cui possa fare comodo far circolare nomi. L’Igea Virtus però non è un porto di mare, la rosa almeno fino a dicembre sarà questa, poi quando il mercato riaprirà faremo tutte le considerazioni del caso e valuteremo ulteriori interventi, ma fino a quel momento non stravolgeremo la squadra messa a disposizione del mister”.

Commenta su Facebook

commenti