Una irriconoscibile WP Messina cede di schianto, Catania va in finale

Mirarchi da le indicazione alla squadra

La prestazione più brutta della stagione nella gara più attesa e importante. Una irriconoscibile Waterpolo Despar Messina sconfitta 11-5 dall’’Ekipe Orizzonte Catania nella semifinale della Final Six Scudetto in corso di svolgimento a Rapallo. Partita a senso unico e risultato mai in bilico. Le peloritane pagano a caro prezzo una partenza molle, costellata di errori e giocata senza la necessaria grinta. E alla lunga la squadra si è anche sfaldata, subendo l’espulsione di Chiappini e l’esclusione della Gitto, uscita per raggiunto limite di falli. La Waterpolo Messina ha tentato la timida rimonta portandosi sul -3 a metà della terza frazione. Unico acuto di una gara incolore e insapore. Sabato le giallorosse disputeranno contro Bogliasco la finale di consolazione che darà un pass per la prossima Eurolega ma la delusione odierna sarà difficile da cancellare.

wp messina

Izabella Chiappini

CRONACA –  Approccio non corretto della squadra di Mirarchi che sciupa subito con Gitto. L’ex Garibotti su rigore, Eggens e Palemieri presentano il conto già nel primo tempo. Gitto si riscatta in apertura di seconda frazione. Ma altre quattro reti consecutive  delle etnee mandano al tappeto la squadra peloritana che, dopo il gol, ancora di Gitto, va sul – 5 all’intervallo lungo. Chiappini suona la carica e segna in superiorità ma poi viene beccata dagli arbitri in fallo da espulsione. La Waterpolo Messina cerca di essere più forte delle avversità e della giornata chiaramente negativa e con Begin trova la rete del -3. E’ l’ultimo acuto di una gara che, stancamente, si trascina fino al 11-5 per l’Ekipe Orizzonte che in finale contenderà al Padova il titolo italiano.

Ursula Gitto

E la delusione per il derby perso malamente è nel lapidario commento  del  tecnico giallorosso Maurizio Mirarchi: “Abbiamo giocato la più brutta partita della stagione proprio nella semifinale scudetto. Pazienza. Pensiamo alla finale di domani col Bogliasco”.

WP DESPAR MESSINA-EKIPE ORIZZONTE CT 5-11 (0-3, 2-4, 3-3, 0-1)

WP Messina: Ventriglia, Begin 1, Gitto 2, Chiappini 1, Morvillo, Radicchi, Kuzina, Lopes Da Silva, Marchetti, Aiello 1, Arruzoli, Laganà. All. Mirarchi

L’Ekipe Orizzonte: Jovetic, Sapienza, Garibotti 2 (1 rig), Eggens 2, Di Mario 2

(1 rig), Grillo, Palmieri 4, Marletta 1, Buccheri, Santapaola, Riccioli, Lombardo, Schillaci. All. Miceli

Arbitri: Navarra, Petronilli. Sup. num: Messina 1/6, Catania 3/7 + 2 rigori. Espulsa Chiappini (M) per gioco violento nel terzo tempo. Gitto (M) uscita per limite di falli nel terzo tempo.

Final Six Scudetto – Quarti di finale

L’EKIPE ORIZZONTE-N.C. MILANO 10-9

BOGLIASCO-SIS ROMA 14-8

Semifinali (venerdì 12 maggio)

PLEBISCITO PADOVA- BOGLIASCO BENE 9-3

WP DESPAR MESSINA- EKIPE ORIZZONTE 5-11

Finali (sabato 13 maggio)

Finale 3° posto (ore 13:30) Diretta streaming su Waterpolo Channel

Finale Scudetto (ore 16:30) Diretta tv Rai Sport HD 

Playout salvezza (13 maggio)

Commenta su Facebook

commenti